Vincenzo Aiello verso il comando della polizia locale di Cantù

alt

Il caso – Dalla Città del Mobile arriverebbe in riva al Lario Marco Baffa, attuale numero uno dei vigili brianzoli. L’amministrazione canturina ha già dato il via libera allo scambio
Il responsabile del reparto operativo lascerebbe Como dopo la mancata designazione alla guida del corpo

(m.d.) Si profila un clamoroso scambio ai vertici tra le due principali polizie locali della provincia lariana, il corpo dei vigili di Como e quello di Cantù. Dalla Città del Mobile arriverebbe in riva al Lario l’attuale comandante, il commissario capo Marco Baffa, mentre a lasciare Como sarebbe Vincenzo Aiello, commissario capo alla guida del reparto operativo e fino a poche settimane fa vicecomandante della polizia locale del capoluogo.
Un incarico da cui Aiello si è dimesso nei primi

giorni di febbraio dopo che la sua figura non era stata presa in considerazione dal sindaco di Como, Mario Lucini, per la sostituzione dello storico comandante del corpo, Vincenzo Graziani, che a metà febbraio ha dato l’addio alla polizia locale dopo averla guidata per ben 24 anni. Il primo cittadino aveva poi nominato il dirigente del settore Informatico e del Commercio di Palazzo Cernezzi, Giovanni Fazio, quale comandante pro-tempore dei vigili urbani di Como.
È facile immaginare che il fatto di non essere stato preso in considerazione quale possibile successore di Graziani abbia lasciato un po’ di amaro in bocca ad Aiello, anche se, va precisato, il commissario capo non ha mai voluto rilasciare nessuna dichiarazione sulla vicenda.
Ora giunge la notizia che Aiello potrebbe andare a dirigere la polizia locale di Cantù, centro abitato che è il secondo per importanza in provincia di Como. Una soluzione che potrebbe essere tutt’altro che sgradita al responsabile del reparto operativo dei vigili del capoluogo. Cantù non sarebbe insomma una sorta di seconda scelta per Aiello, ma una città dove mettere a frutto la sua esperienza e dove poter crescere professionalmente quale comandante della polizia locale.
Per poter diventare operativo, lo scambio tra i due commissari capo richiede però un passaggio formale da parte delle due amministrazioni interessate. Secondo quanto emerso, il Comune di Cantù ha già adottato ieri la delibera che di fatto autorizza il trasferimento a Como dell’attuale comandante Marco Baffa. Il Comune di Como, invece, tale passo formale ancora non l’ha compiuto, ma si tratta di un atto che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.
Difficile, infatti, pensare che Palazzo Cernezzi, dopo aver stoppato la candidatura di Aiello alla guida della polizia locale, possa voler mettere i bastoni tra le ruote anche al suo trasferimento a Cantù dove, va ricordato, Aiello andrebbe a dirigere il corpo dei vigili. L’attuale numero uno della polizia locale canturina, Marco Baffa, potrebbero invece ricoprire il ruolo di vicecomandante dei vigili di Como. E anche nel suo caso si tratterebbe di un’esperienza stimolante e di un’opportunità di crescita professionale.

Nella foto:
Vincenzo Aiello, fino a poche settimane fa vicecomandante della polizia locale di Como (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.