Violazione di domicilio nello studio di un avvocato: “Le Iene” finiscono a processo

Palazzo di giustizia, tribunale di Como (via Cesare Battisti)

La procura di Como ha chiesto e ottenuto dal giudice la citazione diretta a giudizio per la troupe de “Le Iene” accusata di violazione di domicilio in merito ad una irruzione nello studio comasco di un avvocato nell’ambito di un servizio sui permessi umanitari per gli immigrati.

La vicenda risale al 2017, quando l’autore del servizio giunse in città per denunciare quanto gli era stato raccontato da un migrante, che aveva riferito di presunte irregolarità per ottenere i permessi umanitari.

La troupe entrò nello studio dell’avvocato comasco senza il consenso, motivo per cui oggi la procura contesta la violazione di domicilio. L’udienza si svolgerà a marzo. Una indagine parallela rimane aperta anche su quando veniva denunciato proprio dal servizio. “Le Iene” avevano accusato il legale di lucrare sui permessi umanitari per i migranti. L’avvocato aveva respinto ogni accusa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.