Violenta la figlia dal 2005 al 2012. Condannato a sei anni di carcere

Tutto è iniziato da una lettera anonima (m.pv.) Il colpevole era il padre, nascosto in quell’ambito familiare che, per una ragazza di 16 anni, era tutto fuorché sinonimo di protezione. La giovane per ben sette anni, dal 2005 al 2012, ha subito costantemente violenze sessuali da parte di quel genitore che avrebbe dovuto accudirla. Una storia triste, andata in scena a Como, cui è stata posta la parola fine solo grazie ad una lettera anonima giunta in Procura da cui sono poi nate le

indagini che hanno portato all’arresto di un 54enne, il padre, che agiva di nascosto dalla moglie (e madre della ragazza) ignara di tutto. Ieri mattina l’uomo è stato condannato a sei anni di pena con il tiro Abbreviato, che comporta lo sconto di un terzo della pena. Il 54enne avrebbe ammesso le violenze, non i palpeggiamenti sulla nipote finiti comunque nelle contestazioni. L’uomo è detenuto dallo scorso mese di maggio, giorno in cui fu colpito da una ordinanza di custodia cautelare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.