Violentata nel bagno di un pub: il titolare del locale condannato a 3 anni e 4 mesi

palazzo di giustizia como

Aveva avvicinato una ragazza nel bagno di un locale della Bassa Comasca, le si era gettato adesso, l’aveva immobilizzata e l’aveva violentata. La giovane era stata salvata dal sopraggiungere di una amica che era con lei e che aveva sentito le urla di richiesta di aiuto.

Per questo episodio, che risale al 22 gennaio 2018, il titolare dell’attività commerciale, un 46enne di Carbonate che era finito sul registro degli indagati, è stato condannato alla pena di 3 anni e 4 mesi in rito abbreviato. Il giudice ha sancito anche un risarcimento in favore della vittima quantificato in 30mila euro. La procura (l’indagine era stata condotta dal pm Daniela Moroni) aveva invece chiesto 4 anni.

I fatti avvennero intorno alle 2.30, il locale era ormai chiuso. La ragazza prima di uscire era andata in bagno e proprio in quel momento l’avrebbe raggiunta il titolare del locale, aggredendola.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.