Violenza contro le donne, spettacolo per le medie a Cantù

Lo spettacolo "Barbablù 2.0" contro la violenza contro le donne

In occasione del 21° anniversario della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cantù organizza per le classi terze delle scuole secondarie di primo grado della Città, lo spettacolo teatrale Barbablù 2.0, in scena mercoledì 25 novembre 2020 alle ore 11.00, in diretta streaming dal Teatro Comunale San Teodoro di via Corbetta 7.

Lo spettacolo prodotto da Teatro in Mostra e scritto da Magdalena Barile vedrà in scena Laura Negretti e Alessandro Quattro, sotto la regia Eleonora Moro; una pièce che ha ormai superato il traguardo delle centocinquanta repliche, dopo il debutto di successo durante la stagione teatrale 2015/2016 nel prestigioso Teatro di Chiasso.

In modo lucido e disincantato viene affrontato il tema della violenza di genere, ambientando la famosa favola Barbablù nel XXI secolo in una ricca provincia del nord Italia, per non scadere in facili stereotipizzazioni e scusanti.

L’Amministrazione Comunale, in questo particolare anno segnato dall’epidemia da Covid-19, ha deciso di promuovere la rappresentazione in forma virtuale, per non perdere un’importante occasione di riflessione sulla tematica, sulle conseguenze e sull’impatto sociale che la violenza contro le donne comporta.

Altro obiettivo di fondamentale importanza è il sostegno alla promozione della cultura nella sua forma teatrale, nonostante i divieti imposti con il recente Dpcm 3.11.2020 e l’obbligata chiusura delle sale.

Per favorire la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla necessità della prevenzione contro la violenza di genere e il radicamento della cultura dei pari diritti tra uomini e donne, le classi che non avranno potuto partecipare a questo fondamentale momento educativo potranno visionare la registrazione dello spettacolo, che verrà distribuita esclusivamente a scopo didattico alle scuole del territorio nei giorni immediatamente successivi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.