Violenza di genere, oggi evento alla biblioteca di Como

Università dell’Insubria contro la violenza di genere: al Chiostro di Sant’Abbondio a Como, una panchina dipinta di rosso

Rosso è il colore simbolo del contrasto alla violenza contro le donne. All’insegna del rosso, anche a Como diverse iniziative hanno unito Comune, rappresentanze sindacali e Università dell’Insubria, all’insegna dell’informazione e della sensibilizzazione. Una panchina rossa è stata installata a Palazzo Cernezzi su iniziativa di Soroptimist International d’Italia Club Como e la fontana di Camerlata è stata illuminata di rosso.
Per il progetto “Una rete territoriale per dire basta alla violenza” sono stati organizzati eventi di approfondimento sul tema della violenza di genere. Oggi, alla biblioteca comunale “Paolo Borsellino” di Como, dalle 17.45, evento aperto a tutti con Luciana De Laurentiis, esperta di comunicazione sulla tematica del linguaggio non violento, Laura Tettamanti di Telefono Donna, Ilaria Serpi (Polizia di Stato, Divisione anticrimine di Como) e Andrea Ilari (Comando provinciale dei Carabinieri di Como). Inoltre, Barbara Cigardi parlerà dell’accoglienza delle vittime di violenza al Pronto soccorso e Pierluigi Castelli illustrerà il progetto “Spazio degli uomini che vogliono cambiare”. L’autrice e attrice Marta Elmi interpreterà un monologo.
Telefono Donna è il centro antiviolenza di Como che, dal 1991 ad oggi, ha accolto 5.189 donne. Al 31 ottobre di quest’anno sono stati registrati 166 nuovi accessi con 35 donne che hanno proseguito il percorso iniziato negli anni precedenti. L’età media va dai 35 ai 44 anni, 103 donne sono italiane, 63 straniere. In 149 casi la violenza è stata compiuta dal compagno, marito, partner o ex partner. Sono 102 le donne accolte ad avere figli in età minore. Per informare sull’importanza di denunciare si sono mossi anche i sindacati. Il Coordinamento donne della Cgil di Como ha organizzato un presidio in piazza Vittoria a Como durante il quale una panchina è stata coperta con un telo rosso e sono stati distribuiti volantini informativi. La Cisl dei Laghi ha deciso di esporre, davanti alla sede di Como, uno striscione raffigurante un paio di scarpe rosse, simbolo del contrasto alla violenza sulle donne. Tutte le iniziative messe in campo dicono come la battaglia per aiutare le donne vittime di violenza debba essere affrontata facendo rete.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.