Violenza sulle donne, il Soroptimist pubblica “Per gelosia d’amore” di Licia Badesi

copertina libro Licia Badesi

Il Soroptimist International d’Italia – Club di Como ha pubblicato il libro di Licia Badesi “Per gelosia d’amore” dai documenti dell’Archivio di Stato di Como 1862-1928. Il ricavato della pubblicazione sarà devoluto a favore delle donne vittime di violenza. Il libro è stato stampato su carta certificata FSC, cioè ottenuta da foreste gestite in maniera responsabile e le emissioni di CO2 sono state compensate con Impatto Zero. Il contenuto della pubblicazione è ben delineato nella prefazione di Raffaella Bianchi Riva: “Il libro di Licia Badesi offre un importante contributo alla storia della violenza di genere, che ci restituisce una vivida testimonianza del fenomeno nel territorio comasco tra Otto e Novecento. Attraverso un’accurata indagine sui fascicoli processuali per reati contro le donne (dalla violenza sessuale all’omicidio) commessi tra l’unificazione e il fascismo, conservati presso l’Archivio di Stato di Como, Licia Badesi recupera dall’oblio le storie di tante mogli, figlie, fidanzate, che ci consentono di esaminare la disciplina del fenomeno, non solo dal punto di vista legislativo, ma anche sul piano della sua concreta attuazione, nel costante bilanciamento fra interessi non sempre coincidenti: quello di garantire la punizione dei colpevoli e la soddisfazione delle vittime, da un lato, e quello di evitare ripercussioni a livello pubblico e sociale per le donne coinvolte e le loro famiglie (che, come dimostra l’Autrice, sovente preferirono rinunciare a ricorrere alla giustizia), dall’altro”. “È doveroso impegno di noi donne aiutare le meno fortunate – spiega la Presidente del Soroptimist di Como Simona Roveda nella presentazione – avviare un profondo cambiamento culturale per un nuovo Rinascimento, lavorare tutte insieme per realizzare una civiltà fondata sul tramonto delle vecchie relazioni e l’affermarsi di nuovi rapporti dove donne e uomini collaborano alla pari senza pregiudizi nella gioia e nella bellezza di vivere insieme nelle differenze”.

Licia Badesi, nata a Como nel 1932. Si è laureata a Milano in Lettere classiche. Ha insegnato letteratura latina e storia nella scuola secondaria. A Milano ha aderito al movimento femminista e successivamente all’Unione Donne Italiane, facendo parte degli organismi dirigenti di tale associazione. A Como ha dato vita, alla fine degli anni ‘70, al centro culturale “Dimensione Donna”, finalizzato alla ricerca sulla condizione femminile. Eletta alla Camera dei Deputati nella IX legislatura, ha fatto parte della redazione della rivista “Donne Parlamento e Società”. Negli anni ‘80 ha collaborato alla rivista “Rinascita”. Ha fatto parte del Consiglio nazionale dell’Arci Donna. Ha militato nel Movimento Federalista Europeo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.