Vip e classe a Cernobbio: il Concorso d’Eleganza oggi si trasferisce a Villa Erba

La Lurani Nibbio che ha vinto la Coppa d’Oro

Sul Lago di Como una vittoria che si potrebbe definire lecchese: il primo trofeo del “Concorso d’Eleganza”, la Coppa d’Oro, ieri a Villa d’Este è infatti andato a una Lurani Nibbio del 1935, spinta da un propulsore Moto Guzzi, la fabbrica di Mandello che ha un legame storico con il ramo manzoniano del lago. Un modello molto particolare, apprezzato da spettatori e addetti ai lavori, che hanno votato le vetture iscritte all’edizione 2017 della manifestazione. L’aristocratico Giovanni Lurani Cernuschi costruì la Nibbio negli anni ‘30. Quella in concorso fu la prima di una serie creata nel 1935, dotata all’epoca di un motore V2 di Moto Guzzi. Con tale dotazione ha infranto quattro record mondiali ed è divenuta la prima automobile con cilindrata di 0,5 litri ad aver superato le 100 miglia orarie. Il mezzo è stato presentato in concorso dal nipote di Lurani, Federico Göttsche Bebert.

Una premiazione particolare, inoltre, è stata fatta dall’Aci Como e dal suo presidente Enrico Gelpi. L’ente, infatti, assieme a Villa d’Este fu il primo organizzatore della kermesse nel 1929. Gelpi ha consegnato una targa alla vettura arrivata da più lontano sulle sue ruote: una Lagonda Rapide del 1962, giunta sul Lario dalla Svizzera, esattamente da Neuchatel, Sempre un grande evento, il “Concorso d’Eleganza” a Cernobbio, che continua a mantenere inalterato il suo fascino nel corso dei decenni. Di fatto è considerata la più importante manifestazione mondiale per il settore delle auto d’epoca: ogni anno a Cernobbio sfilano i mezzi che hanno scritto la storia dell’automobilismo. Al loro fianco i prototipi del design del futuro e le moto che pure hanno forte valenza storica nel settore delle due ruote. Ma ridurre il “Concorso d’Eleganza” a qualcosa di soltanto motoristico sarebbe sbagliato. È infatti un avvenimento che riunisce da tutto il mondo vip, imprenditori, uomini d’affari, appassionati, collezionisti e che garantisce visibilità per Cernobbio e il lago in ogni parte del globo. Ieri c’è stato il primo atto, con la sfilata dei mezzi d’epoca a Villa d’Este e la premiazione finale della Lurani Nibbio. Un momento con ingresso ad inviti.

Oggi, invece, apertura per tutti: le auto saranno trasferite a Villa Erba che, complice il bel tempo, sarà presumibilmente presa d’assalto, come da tradizione, non solo dai tanti appassionati, ma anche dalle famiglie, per una gita domenicale decisamente alternativa. L’apertura del parco della dimora cernobbiese sarà dalle 9.30 alle 17.30. Biglietti d’ingresso a 16 euro (12 ridotti). La giornata sarà caratterizzata dall’assegnazione di una serie di trofei, con votazione sia a cura di giurie specializzate, sia degli spettatori.

Guy Rupert Berryman in giuria

Una kermesse all’insegna del jet set e del glamour, che anche in questa edizione è stata caratterizzata dalla presenza di “vip”. Quelli di maggiore rilievo erano in giuria, il bassista del Coldplay Guy Rupert Berryman e l’elegantissima Yasmin Le Bon, modella moglie di Simon, cantante dei Duran Duran, che non era presente a Villa d’Este. Con lei la figlia Saffron. Su una Dusemberg J Convertible del 1930 ha sfilato Ion Tiriac, ex tennista, compagno di doppio di Ilie Nastase e manager di Boris Becker. Oggi è uno dei più ricchi uomini della Romania ed ha una collezione di auto.

Yasmine Le Bon a Villa d’Este

Tante strette di mano, foto e richieste di autografi anche per Horacio Pagani, imprenditore e proprietario della Pagani Automobili, marca di prestigio e alto costo (oltre il milione di euro ad esemplare).

L’ex tennista, ora imprenditore e manager, Ion Tiriac

Una prima giornata di successo, in attesa della seconda, con grande soddisfazione per Danilo Zucchetti, direttore generale di Villa d’Este. «Il “Concorso d’Eleganza” rimane il più esclusivo al mondo – spiega – Sono molto contento per tanti motivi, per esempio per la sempre maggiore internazionalizzazione dell’evento. Sono aumentate le presenze di vetture di proprietari americani e abbiamo avuto forti riscontri dalla Cina, a livello di ospiti che hanno seguito dal vivo la sfilata e la mostra dei mezzi. E tra l’altro nella giuria tecnica c’era proprio un componente di origine cinese, Sven Xu».

Massimo Moscardi

Rally Aci, unica gara lariana nel 2017. Confermati gli eventi Brianza Motorshow e Concorso d’Eleganza

Articoli correlati