Virgilio Vairo, erede dell’Astrattismo

Virgilio Vairo (nella foto) è nato a Manfredonia nel 1937. Sin da bambino ha mostrato una forte predisposizione per il disegno. Autodidatta in campo artistico, dopo il diploma ha vinto un concorso nella pubblica amministrazione, ed è arrivato a Como nel 1961. Entrato ben presto in contatto con l’ambiente pittorico milanese, ha condiviso le esperienze di alcuni maestri tra cui Walter Lazzari, frequentando nel frattempo i capofila dell’Astrattismo lariano – Mario Radice, Manlio Rho, Aldo Galli e Carla Badiali – da cui ha acquisito la consapevolezza della geometria, fondamentale per «tradurre i soggetti in sentimenti». L’estate scorsa, a Villa Carlotta di Tremezzo, ha proposto con successo di pubblico un’ampia retrospettiva dei suoi lavori dal 1974 al 2013. Vive e lavora a Casnate con Bernate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.