Virzì capitalizza: successo al botteghino

Il capitale umano

Cinema d’autore. Dopo le polemiche su Como e la Brianza ottimi incassi per il nuovo film del regista livornese girato anche al Politeama

La polemica paga. Almeno al botteghino. Ha infatti capitalizzato sul Lario durante il fine settimana il film Il capitale umano di Paolo Virzì. Un successo dovuto in buona parte alle polemiche sorte poco prima dell’uscita dell’opera del regista livornese nelle sale con 350 copie in tutta Italia. E questo nonostante in provincia sia stato scelto soltanto dal “monosala” Gloria di via Varesina a Como e dal multisala Uci Cinemas di Montano Lucino. Casualmente, due cinema che sono storicamente in concorrenza e che insistono sullo stesso strategico asse viario, quello che porta da Nord a Ovest ed è orientato verso Varese.

Un film nato tra le polemiche, si diceva, quello di Virzì. Perché la Brianza con i suoi quartieri di villette impenetrabili e Como con il Cineteatro Politeama chiuso da anni e simbolo del degrado culturale hanno fatto da scenario ad alcune parti del lungometraggio tratto da un noto thriller di Stephen Amidon. Causando non pochi rimbrotti tra gli spettatori, come ha docmentato a botta calda anche il Corriere di Como. Ma la curiosità ha prevalso e ha spronato molti alla prima visione.

«Il film è partito subito in vantaggio – dice Mattia Bresciani, direttore dell’Uci di Montano – E il boom si è avuto proprio per il tam tam delle polemiche sorte attorno alla prima settimana di gennaio, a ridosso dell’uscita del film di Virzì nelle sale. Nella nostra struttura, al suo lavoro abbiamo dedicato una sala piccola, da 120 posti. Che nel fine settimana è sempre stata “sold out” per le proiezioni serali. Tanto che programmeremo quasi sicuramente Il capitale umano fino a mercoledì prossimo. Abbiamo superato quota 1.000 biglietti finora, grazie a Virzì: in dettaglio, 700 solo sabato e domenica scorsi. Un bel risultato e una vera sorpresa per un film di questo livello, anche se a dir la verità con la sovraesposizione mediatica che si è registrata secondo me c’era da aspettarselo. Anche la nostra struttura gemella a Lissone ha registrato buoni risultati con il film di Virzì. E in generale Il capitale umano ha portato entusiasmo a un periodo già di buoni incassi: è stata una bella fine anno, dopo un inizio 2013 non proprio esaltante».

Va detto che quello di Lissone è l’unico cinema in Brianza ad aver programmato Il capitale umano: Cantù stavolta ha glissato. Ma come giudica Bresciani il film? «Ha suscitato leggittimamente la curiosità del pubblico – dice il manager di Montano Lucino – Ma l’effetto è stato strano, dovuto alla risonanza mediatica più che alla pellicola in sé. Trovo però interessante la volontà di adattare alla realtà italiana un romanzo ambientato nella provincia americana».

Da parte sua esprime soddisfazione anche Enzo D’Antuono, presidente del circolo Arci Xanadù di Como dal 2009, sodalizio che gestisce il Gloria di Como, «È un bel film, la mano di Paolo Virzì si conferma felice e molto efficace nel raccontare certi ambienti e certi profili umani. La polemica è stata più mediatica che altro, dato che il film è uno speccato realistico dell’Italia contemporanea che potrebbe essere indossato anche da altre province e non solo da quella comasca che è stata presa come simbolo. Oltretutto, il film nasce da un libro americano». Ma come è andata al botteghino? «Bene, per una sala che ha 400 posti in tutto. Abbiamo raggiunto quella media di spettatori – circa 80-90 a proiezione – che consideriamo un successo per pellicole come il nuovo lavoro di Virzì. Al botteghino l’effetto mediatico si è sentito ed è stato anche uno sprone per chi non conosce la filmografia e il linguaggio di questo autore. Per chi lo conosce già, è stata una lieta conferma».

Anche il Gloria terrà in programmazione il film fino a mercoledì prossimo, forte anche del nuovo proiettore digitale il cui arrivo in extremis sul finire del 2013 ha permesso alla struttura, con notevoli sacrifici economici, di rimanere su un mercato a dir poco difficile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.