Visco, su impatto regole Ue banche informazioni non corrette

Npl minaccia ma banche in posizione più solida

(ANSA) – ROMA, 10 FEB – "La nuova definizione di default non modifica nella sostanza le segnalazioni alla Centrale dei Rischi, non ha riflessi diretti sugli sconfinamenti, sulla classificazione a sofferenza o sul pagamento delle utenze sui conti correnti". E’quanto afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco alla commissione sulle banche che ha lamentato "la diffusione sulla stampa di informazioni talvolta non corrette sugli impatti della nuova normativa". Per Visco le nuove regole riguardano "il modo con cui le banche devono classificare la clientela ai fini del calcolo dei requisiti patrimoniali minimi obbligatori che essi devono rispettare ."L’aumento dei crediti deteriorati -ha poi detto-è il principale rischio che le banche italiane si trovano a fronteggiare ma lo fanno da una posizione più solida rispetto al passato". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.