Visita di Figliuolo, le reazioni della politica

Attilio Fontana

Le parole di Figliuolo sono state commentate in modo molto positivo dalla maggioranza a Palazzo Lombardia.
«Regione Lombardia – ha sottolineato l’assessore a Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni – è ora la realtà che ha vaccinato di più. Certo, ci sono stati dei problemi e abbiamo subito cercato le soluzioni».

«Senza negare l’evidenza di alcuni disservizi dell’attuale sistema di prenotazione degli appuntamenti, la Lombardia è la regione che somministra più vaccini in Italia, ma non quella che ne ha ricevuti proporzionalmente di più: per questo chiediamo maggiore equità nella distribuzione dei vaccini!» ha commentato su Facebook il presidente del consiglio regionale, Alessandro Fermi.

«La visita del generale Figliuolo e del capo dipartimento Curcio – ha detto il governatore Attilio Fontana – è stata molto importante e utile perché hanno ribadito la bontà dell’attività svolta dalla Regione Lombardia e la valutazione positiva del nostro piano che è assolutamente in linea con quello nazionale».
«Le vaccinazioni degli over 80 – ha sottolineato la vicepresidente Letizia Moratti – finiranno l’11 aprile. Fra gli “over 90” siamo fra le migliori regioni d’Italia. Anche confrontandoci con Paesi stranieri, la Lombardia ha vaccinato più della Svezia, del Belgio e dell’Olanda».

Meno positive le reazioni dell’opposizione in Regione. «Anche di fronte alle evidenze, per il nostro governatore tutto procede per il meglio in Lombardia. Dai comunicati e dai messaggi del presidente Fontana sembra che viva in un’altra regione, assistiamo a una narrazione distorta dove sembra che nulla sia accaduto» commenta il consigliere comasco del Movimento Cinquestelle, Raffaele Erba.

«Non è stata una visita di cortesia quella di stamattina (ieri, ndr) del capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, e del commissario straordinario all’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo – ha detto il consigliere comasco del Pd, Angelo Orsenigo – A dispetto delle autonarrazioni ottimistiche di Fontana, è del tutto evidente che i vertici che hanno il compito di gestire la campagna di vaccinazioni anti-Covid hanno fatto tappa in Lombardia, subito dopo la Calabria, perché qui bisogna risolvere problemi veri, strutturali. Per la conferma bastava ascoltare Figliuolo quando ha detto “ci sono cose che non vanno”» ha concluso Orsenigo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.