Visita guidata alla Villa Pliniana
Cultura e spettacoli

Visita guidata alla Villa Pliniana

 La tradizione culturale di Plinio il Vecchio e Plinio il Giovane nel giardino rinascimentale italiano è il titolo dell’incontro del prossimo incontro di domenica 14 ottobre  a Torno, ore 10.15, iniziativa dell’Accademia Pliniana, degli ex alunni del liceo Volta e dell’associazione Chiave di Volta.

La possibilità di una visita alla Villa Pliniana è cosa ormai rara e da cogliere al volo. Sarà possibile effettuarla nell’ambito della giornata “Bandiere arancioni” programmata dal Comune di Torno e grazie alla collaborazione con l’Accademia Pliniana e l’Associazione ex alunni del Liceo A.Volta. Il programma prevede, a chiusura della mattinata, una conferenza di Darko Pandakovic dal titolo “La tradizione culturale di Plinio il Vecchio e Plinio il Giovane nel giardino rinascimentale italiano”. La conferenza si svolgerà a Villa Zita, sede anche della Pro loco di Torno.

Programma

ore   10.00        Ritrovo in piazzetta Braga, alla riva di Torno

ore   10.15        Partenza del battello per il gruppo di CHIAVE DI VOLTA

ore ​  11.15        Battello di rientro

ore   11.30        Pausa caffè a Torno con possibilità di partecipare alle iniziative previste dal Comune per la giornata “Bandiere arancioni”

ore   12.15        Presso Villa Zita, Via Roma 25, conferenza di Darko Pandakovic

Nel caso di cattive condizioni meteo che non permettessero la navigazione, la visita non sarà effettuata.

Il piccolo orto botanico nel cortile di Palazzo Olginati del Museo Paolo Giovio è ispirato alla Naturalis Historia di Plinio il Vecchio (23-79 d.C.), monumentale compendio delle conoscenze ‘scientifiche’ dell’Antichità. Il percorso storico-naturalistico, organizzato rifacendosi alle citazioni tratte dal grande autore comasco e alle analisi delle semenze ritrovate durante gli scavi archeologici nel territorio lariano, comprende piante di ulivo, alloro, vite, canna, cipresso, acanto, bosso, cappero, oleandro, corbezzolo, rosa, melograno, pino da pinoli, edera e pervinca. L’orto è stato progettato dal Laboratorio di Archeobiologia del Museo Archeologico “Paolo Giovio” e inaugurato nel 2001 con il contributo della Comunità Comasca e degli Amici dei Musei. I lavori di ripristino, iniziati nell’aprile del 2018, nascono da una iniziativa dell’Accademia pliniana e sono stati realizzati con il contributo della stessa Accademia e dell’Azienda florovivaistica IL FAGGIO di Tavernola. Con altre realtà culturali del territorio è allo studio l’idea di garantire la corretta manutenzione dell’Orto quale “Comunity Garden”.

27 Set 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto