Visite guidate in biblioteca alla mostra sul fondo Della Pergola-Bontempelli

Como biblioteca

Sono aperte le iscrizioni per le viste guidate alla mostra La storia della nostra vita, Fondo Della Pergola-Bontempelli, in Biblioteca comunale a Como. Nella struttura di piazzetta Lucati le viste guidate si effettuano nelle mattine di martedì, giovedì e venerdì fino al 17 maggio. Ogni visita dura circa 45 minuti e comprende la visione di un docufilm didattico originale di Giovanni La Rosa “La storia della nostra vita” della durata circa 15 minuti. È possibile effettuare viste guidate alla prima, alla seconda esposizione o a entrambe. Le viste, guidate dalla curatrice della mostra, sono gratuite e si effettuano esclusivamente su prenotazione. Per informazioni, telefonare o contattare i numeri 031.252850 – 031.252853 e per mail: milani.chiara@comune.como.it. La Biblioteca comunale di Como promuove la conoscenza dei propri Fondi antichi e rari mediante esposizioni tematiche. Negli archivi del Novecento emergono con particolare vivacità le voci dei testimoni del tempo.Tra questi, lo scrittore Massimo Bontempelli, padre della corrente del Realismo magico. Nato a Como 1878, Bontempelli è stato tra i protagonisti della cultura italiana: Accademico d’Italia fu promotore di avanguardie letterarie e artistiche, tra le quali i razionalisti comaschi. Per il legame dello scrittore con la città natale,  Amelia Della Pergola,  scrittrice e moglie di Bontempelli, ha lasciato alla Biblioteca di Como l’importante raccolta di lettere, disegni, cartoline, pubblicazioni, fotografie, partiture per oltre duemila carte autografe di Bontempelli: documenti che rappresentano la trama di un racconto vivo e commuovente che permette di colmare lacune negli studi bontempelliani relative agli esordi dello scrittore comasco di fama internazionale fino al 1922.

Bontempelli partecipò alla Grande Guerra come cronista e come soldato. Nelle corrispondenze datate 1915-1919 il tema della guerra si riverbera nelle genesi delle liriche pubblicate alla fine del conflitto e nei commuoventi disegni del figlio Mino, allora bambino di pochi anni.

Amelia Della Pergola-Bontempelli ha inteso documentare anche la propria attività di scrittrice alle soglie del secolo scorso, impegnata nella difficoltà di conciliare affetti e professione, in anni non facili per l’emancipazione femminile.  Per questo motivo, il titolo della mostra di documenti inediti, è ispirato dalle prime parole della lettera di donazione di Amelia Bontempelli: “questa è la storia della nostra vita”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.