Cronaca

Visite oculistiche, caos quotidiano. A Lomazzo caso-record

altIl racconto di un lettore: «L’appuntamento per mia nipote fissato a settembre 2014»

(e.c.) La vicenda delle visite oculistiche all’ospedale Sant’Anna, con relativi tempi d’attesa eterni o quasi, ha riservato ieri un altro capitolo. Nei giorni scorsi, in questo ambito, erano emersi due casi piuttosto particolari.
Il primo riguardava la prenotazione di una visita oculistica con tomografia ottica, con due tentativi di prenotazione da parte di un cittadino comasco sia al Sant’Anna, sia al Valduce. Poco confortanti entrambe le risposte, con 10 mesi di attesa indicati dal presidio

di San Fermo e un anno dalla struttura di Como città.
L’altro ieri era poi emerso il caso di una donna di 78 anni la cui necessità era quella di avere una visita oculistica per poter successivamente cambiare il modello di occhiali e rimediare a un sensibile calo della vista. Ebbene, in questo caso, la risposta ottenuta dalla donna dal centro unico di prenotazione del Sant’Anna indicava la prossima primavera, ed esattamente il 15 aprile prossimo, come data per la visita. E poco consolatoria, in questo caso, era stata la replica del Sant’Anna centrata sul “caso sfortunato” per un’attesa così lunga e sulla spiegazione che, in realtà, altri pazienti avrebbero ottenuto la stessa visita entro gennaio 2014.
Ieri, però, è emersa una terza vicenda, raccontata alla redazione da Ezio Carugati, che si è rivolto all’ufficio Asl di Lomazzo per ottenere una visita presso gli ambulatori del Sant’Anna. «Avevo la necessità di prenotare una visita oculista al fondo dell’occhio per una nipote, il cui problema alla vista è legato anche al diabete – afferma l’uomo – Mi sono quindi recato all’Asl di Lomazzo, dove mi è stata fissata una visita a distanza di quasi 10 mesi».
In pratica, come racconta Carugati, «il primo appuntamento possibile con l’oculista era per la seconda metà di settembre 2014, e nonostante questa attesa lunghissima non ho potuto fare altro che accettare quella data». La visita, quindi, sarà svolta tra poco meno di un anno, a dispetto della delicatezza del problema della nipote. «Rispetto ai casi che avete riportato nei giorni scorsi – aggiunge Carugati – non capisco come il Sant’Anna possa sostenere che in due mesi si può ottenere una visita oculistica. Potrà anche capitare qualche colpo di fortuna a qualcuno, ma il fatto che nel mio caso l’appuntamento sia stato fissato addirittura tra 10 mesi la dice lunga sui reali tempi d’attesa».

Nella foto:
La richiesta di un cittadino all’Asl di Lomazzo per poter fissare una visita oculistica presso gli ambulatori oculistici del Sant’Anna ha stabilito quasi un record per quanto riguarda i tempi d’attesa: l’appuntamento, infatti, è stato confermato soltanto per il mese di settembre 2014
23 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto