Vitali parla del suo “mondo piccolo” bellanese

Andrea Vitali

Lo scrittore di best seller ambientati a Bellano, il medico Andrea Vitali, promuove il suo nuovo romanzo edito da Garzanti Un uomo in mutande, nuova tessera del mosaico narrativo che vede come protagonista il maresciallo Ernesto Maccadò. «Faccio presentazioni su Instagram collegandomi con le librerie – dice – La distanza sociale ci obbliga a usare la tecnologia. Che trovo un po’ fredda. Manca la vivacità dell’incontro vero e reale». Vitali, che è presidente della giuria del premio letterario per editi e inediti “Città di Como”, parla del nuovo libro che vede protagonista Maccadò. «Con la sua caserma – dice – è uno di quei punti cardine, di topoi irrinunciabili nell’architettura di un piccolo borgo come la mia Bellano. La caserma, il municipio, la chiesa e la farmacia sono tutti luoghi fondamentali per l’identità del luogo, si impongono sulla scena con i loro personaggi simbolo e Maccadò non è da meno dato che è un personaggio esterno, che viene da fuori, e mi permette appunto, con questo suo distacco dalla comunità sociale che racconto, di capirla meglio, di avanzare per gradi, romanzo dopo romanzo, nella conoscenza di questa o quella situazione. Stavolta, nel nuovo romanzo, ha a che fare con questioni che non fanno propriamente parte dell’orizzonte professionale dell’Arma dei carabinieri, ma simboleggiano comunque situazioni che soprattutto in uno scenario di commedia possono essere intriganti scheletri nell’armadio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.