Volanti della polizia vecchie e senza benzina. La replica del questore: «Nessuna emergenza»

La denuncia del sindacato
«Volanti dimezzate sul territorio, risorse insufficienti anche per fare benzina». L’allarme del sindacato di polizia Sap e Siulp è stato chiaro: con i tagli previsti dal governo si potrebbe creare un rischio sicurezza sul territorio lariano. Una provincia particolare, di confine e a ridosso di una metropoli come Milano, dove si susseguono ciclicamente le ondate di criminalità.
La protesta del sindacato è arrivata immediatamente anche sul tavolo del questore di Como, Michelangelo Barbato sul Lario da meno di un mese.

, «Il questore – spiega il segretario del Sap, Ernesto Molteni – nel corso di un breve scambio di opinioni ci ha espresso solidarietà e ha spiegato di ben comprendere il ruolo del sindacato in una protesta fatta a livello nazionale, ma di non condividere gli allarmismi».
La dichiarazione rilasciata alla stampa dal capo della polizia di Como è proprio di questo tenore. Il questore getta decisamente acqua sul fuoco.
«La situazione nazionale è sotto gli occhi di tutti – spiega Michelangelo Barbato – ma prima di tutto vorrei rassicurare i comaschi che sul territorio non vi è alcuna emergenza sicurezza».
E le volanti vecchie e senza benzina?
«No, non abbiamo auto senza benzina – risponde il questore – il carburante che abbiamo a disposizione è più che sufficiente per uscire con i mezzi necessari a presidiare tutto il territorio».
Il sindacato non la pensa così, però.
«Fa parte del gioco dei ruoli – risponde – Il sindacato fa la sua parte in una situazione di tagli generale. La protesta non nasce dalla provincia di Como, ma si tratta di una mobilitazione nazionale. Come questore devo però innanzitutto tranquillizzare i cittadini sulla presenza di risorse umane sul territorio e di mezzi che si possono muovere grazie anche alla benzina. Speriamo che a livello centrale non sorgano problematiche ed elementi di criticità. Glielo dico in napoletano: “Siamo sotto il cielo”. Ma al momento posso ripeterlo all’infinito, la polizia di Como non ha problemi. Abbiamo tutto».
E sarà così anche nel futuro?
«E come si fa secondo lei a parlare ora del futuro, anche solo di una situazione tra cinque o sei mesi? È difficile a dirsi».
Nessun allarmismo quindi, nessuna emergenza secondo il questore.
Cosa replica il sindacato di polizia?
«Posso solo dire che da parte sua il questore, seppure si sia insediato da poco – sostiene il segretario del Sap, Ernesto Molteni – è già intervenuto per sbrogliare alcune questioni del nostro personale».
Ad esempio?
«Abbiamo un problema dei tiri, delle esercitazioni previste al poligono di Milano, che non è più utilizzabile. Riponiamo grande fiducia nel questore».

Paolo Annoni

Nella foto:
Il questore Michelangelo Barbato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.