Volata azzurra, il “borsino” delle avversarie

Como-Pontedera 4-2 Daniels

Meno cinque partite alla fine (quattro per gli avversari). Como in testa alla classifica del girone A con tre punti di vantaggio sull’Alessandria.
Un gruppo equilibrato, al pari del B, dove il Padova comanda con due lunghezze sul SudTirol (70 contro 68), mentre nel girone C tutto è stato risolto, con la promozione matematica della Ternana in serie B dopo la vittoria nell’ultimo match per 4-1 contro l’Avellino. Una sfida che è stata diretta dall’arbitro lariano Andrea Colombo (che peraltro ha ricevuto ottimi voti).
L’ultima uscita degli azzurri di mister Giacomo Gattuso costituisce un tassello di fondamentale importanza: il Como si è imposto per 1-0 a Carrara con rete di Franco Ferrari. Gli avversari dei lariani avevano disperato bisogno di punti – rischiano infatti di finire dei playout – e l’Alessandria era nettamente favorita nel derby dello stadio Moccagatta contro la Juventus Under 23. I “grigi” hanno confermato il pronostico, vincendo per 2-0 contro i bianconeri. E non molla nemmeno la Pro Vercelli che si è imposta per 3-1 fuori casa con l’AlbinoLeffe.
Como primo con 65 punti, davanti all’Alessandria con 62 e alla Pro Vercelli con 61. Seguono poi Lecco e Pro Patria a 56, che si sono confrontate nel derby lombardo: successo della Pro Patria per 1-0 sul campo dei blucelesti. Nuova delusione per il Renate, sesto a quota 55. I nerazzurri sono stati superati in casa per 2-1 dal pericolante Olbia.
Il destino è tutto nelle mani degli azzurri, che sono in testa e hanno tre punti di vantaggio di margine. L’attenzione, a questo punto, è tutta sul calendario dei lariani.
Nel prossimo turno, domenica 11 aprile, il Como ospita il Grosseto; successivamente ci saranno il recupero di Olbia (14 aprile) e la trasferta di Livorno (il giorno 18). Poi il gran finale con il match del Sinigaglia del 25 aprile contro l’Alessandria e la chiusura della regular season sette giorni dopo a Novara.
Gli avversari in questo momento sono tutti sulla carta motivati, poi bisognerà vedere come evolveranno le situazioni. Il Grosseto è decimo, ultimo posto valido per entrare nei playoff, con margine risicato sulle inseguitrici. Nell’ultimo turno, però, per i toscani il mezzo passo falso interno con la Giana Erminio: la partita si è infatti chiusa sull’1-1.
Poi c’è la trasferta di Olbia contro una compagine a caccia di punti per non rimanere invischiata nei playout, seguita dall’impegno a Livorno. I labronici sono ultimi, ma per la penalizzazione di 8 punti. La squadra ha avuto un sussulto di orgoglio ed è ora a -3 da Pistoiese e Lucchese. Sabato il Livorno ha superato per 5-0 proprio la Pistoiese e punta al sorpasso per poi giocarsi la salvezza nei playout. A chiudere le gare con l’Alessandria – snodo decisivo della stagione – e il finale con il Novara che per ora deve guardare sia avanti (è a -2 dai playoff) sia dietro (è a +4 dai playout).
Domani, intanto, sono in calendario tre recuperi: Pistoiese-Juventus Under 23, Renate-Pergolettese e Olbia-Carrarese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.