Volata salvezza, quattro scontri diretti per Cantù

Cantù Cremona

Archiviato il turno di pausa forzata, Cantù si prepara a quella che sarà la lunga volata di fine stagione con l’obiettivo di evitare l’ultimo posto in classifica, che in questo momento significherebbe retrocessione, al netto di eventuali blocchi o ripescaggi.
La 24ª giornata da un lato ha relegato l’Acqua S.Bernardo all’ultimo posto, ma allo stesso tempo i risultati maturati hanno tenuto compatto un gruppo compreso tra i 18 punti di Pesaro e Brescia e i 14 dei brianzoli di cui fanno parte ben otto formazioni.
Oltre a quelle già citate, nell’elenco, ma a quota 16, si trovano Fortitudo Bologna, Trento, Cremona, Varese e Reggio Emilia.
Per i canturini sarà fondamentale cercare di non sbagliare un colpo, per sfruttare i turni di pausa e i passi falsi degli avversari, che per forza di cose arriveranno.
Da qui alla fine della regular season mancano sei giornate, e gli uomini di coach Piero Bucchi sono attesi da ben quattro scontri diretti con formazioni che fanno parte del “famigerato” gruppone.
Sabato i brianzoli attendono però la seconda in classifica, Brindisi, nella gara prevista alle ore 17 al PalaDesio. Confronto certo non abbordabile, in cui ci si attende quella Cantù che, pur perdendo, ha spesso messo in difficoltà le squadre della parte alta della graduatoria. Ovviamente auspicando un risultato differente.
Si arriva poi all’11 aprile, con un vero e proprio match-point (ancora in casa) con Trento. Uno scontro diretto, appunto, che precede quello del 14 aprile a Brescia. Partite dove i punti valgono doppio e dove ogni pallone scotterà nelle mani dei protagonisti. Idem per domenica 18, quando al PalaDesio arriverà Reggio Emilia. Nella penultima giornata della regular season (25 aprile) trasferta a Bologna con una Fortitudo a cui il cambio del tecnico (Luca Dalmonte al posto di Romeo Sacchetti) alla fine non ha portato l’atteso cambio di marcia. Gli emiliani, che erano partiti con ben altre ambizioni, continuano a lottare per non finire ultimi.
La chiusura il 2 maggio con l’impegno interno con Sassari (ora quarta in classifica). Ma le dinamiche di questo appuntamento dipenderanno dalla situazione delle due contendenti maturate nelle decisive precedenti uscite.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.