Voleva gettarsi nel vuoto, salvato dalla polizia

Polizia di Stato

L'intervento della polizia ha impedito a un giovane di gettarsi nel vuoto dal suo appartamento al terzo piano di una palazzina di Como L’intervento della polizia ha impedito a un giovane di gettarsi nel vuoto dal suo appartamento al terzo piano di una palazzina di Como

Salvato dall’intervento della polizia e dalla determinazione del suo compagno.

Gli agenti della Mobile di Como hanno impedito ieri a un giovane di farla finita. Il ragazzo era intenzionato a gettarsi dalla finestra della sua abitazione, al terzo piano di una palazzina in città e aveva manifestato chiaramente le sue intenzioni al compagno.

Questi, spaventato e ovviamente molto preoccupato, dopo aver compreso la drammaticità della situazione, era subito andato in Questura a chiedere aiuto nonostante il compagno avesse minacciato di uccidersi subito proprio nell’eventualità di un intervento della polizia.

Gli uomini della Mobile si sono fatti consegnare le chiavi dell’appartamento e una volta raggiunto il terzo piano dello stabile sono entrati senza fare alcun rumore. In pochi istanti, senza dare modo al giovane di reagire, lo hanno bloccato.

In casa, nonostante il freddo,  la finestra era completamente spalancata a testimonianza delle intenzioni suicide del ragazzo, trovato in lacrime e in forte  stato di agitazione, panico e distacco dalla realtà.

Sul posto sono intervenuti anche i soccorsi del 118. Il giovane è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale S. Anna.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.