Volley al PalaFrancescucci, domenica tocca all’Alba

Cantù Cuneo

Chi ha vissuto l’epopea del Pool Comense, il palazzetto di Casnate con Bernate lo chiama ancora e lo chiamerà Palasampietro. È però un dato di fatto che da quando l’impianto ha cambiato nome, per essere dedicato ad Arduino Francescucci, indimenticata anima e cuore della Polisportiva Fino Mornasco, ha allargato decisamente il range di sport ospitati ad alto livello.
Grazie alla collaborazione di tre comuni (Casnate, Como e Cantù) e alle opere di adeguamento del campo realizzate dalla Libertas Cantù, il PalaFrancescucci è assurto anche a “tempio” della pallavolo. Volley di alto livello.

Ogni domenica va in scena il campionato di serie A2, maschile o femminile grazie alla Tecnoteam Cs Alba di Albese con Cassano e allo stesso Pool Libertas. La A2 è sì il secondo campionato italiano, ma anche a livello internazionale è tra i tornei più seguiti. In campo straniere e stranieri, giovani azzurri e azzurre ed ex nazionali. Ora Libertas e Alba sono impegnate a “insegnare” nuovamente al pubblico a raggiungere il palazzetto. Il volley italiano è in salute, lo dicono la doppia affermazione delle nazionali negli Europei e il recentissimo Mondiale giovanile maschile vinto. L’abbraccio del pubblico arriverà anche quello, ne sono convinti il presidente della Libertas, Ambrogio Molteni e quello dell’Alba Graziano Crimella. Ne hanno tanto bisogno le giocatrici e i giocatori. Alla prima uscita ufficiale la Libertas domenica scorsa ha avuto circa 300 spettatori sugli spalti. L’anno e mezzo senza poter entrare nei palasport a causa del Covid e le forti limitazioni ancora in atto si fanno sentire.

Domenica è il turno delle ragazze di Albese. Fischio d’inizio alle 17, c’è il 3-0 rimediato a Soverato nella prima di campionato da riscattare subito. Dall’altra parte il Club Italia Roma, una sorta di nazionale giovanile con tutte ragazze sotto i 20 anni, allenate da Marco Mencarelli, vecchia conoscenza a queste latitudini, allenò le giovani all’Eldor Orsenigo. Cantù va invece ad Ortona, la sua ex “bestia nera” in serie A2.
Gli avversari sono caduti a Brescia nell’esordio, mentre Cantù ha fatto un punto contro la corazzata Cuneo e ha piazzato quattro giocatori nelle valutazioni top del campionato: Butti, Copelli, Hanzic e Motzo. Il grande volley abita anche nel Comasco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.