Weekend blindato in centro e sul lungolago. Controlli a tappeto e multe a locali e clienti

Senso unico in centro storico

Lo avevamo anticipato ieri su queste colonne, sarà un weekend sbarrato, il prossimo, a Como. Sensi unici per pedoni in centro e sul lungolago, chiusura della diga foranea e forse di Villa Olmo. Viale Geno pedonalizzato, ma soprattutto controlli stringenti e multe a chi trasgredisce. La decisione di assumere provvedimenti rigidi e severi è stata presa dal sindaco del capoluogo, Mario Landriscina, dopo l’ultimo tavolo di ieri mattina con il prefetto Andrea Polichetti, l’assessore alla Sicurezza Elena Negretti, il comandante della polizia locale Vincenzo Ajello e i vertici delle forze dell’ordine. «La situazione sanitaria e le nostre osservazioni ci hanno indotto a prendere una serie di misure sulla città, in attesa che vengano adottate decisioni su tutto l’ambito territoriale» spiega il sindaco. Più che il traffico delle auto, che ha dato problemi nel weekend di San Valentino, i sorvegliati speciali sono i pedoni.
«Fino a quando le persone restano in auto non possono contagiare o contagiarsi» sottolinea il sindaco. Ecco quindi le misure. Sabato e domenica pomeriggio verrà nuovamente istituito il senso unico pedonale nel quadrilatero del centro storico. Dalle 14 alle 20 si può circolare solo in senso antiorario tra via Vittorio Emanuele (da via Indipendenza a piazza Duomo), via Cinque Giornate (da piazza Duomo a via Boldoni), via Luini (tratto da via Boldoni a via Indipendenza), via Indipendenza (da via Luini a via Vittorio Emanuele). Negli stessi orari, sempre sabato e domenica, viene chiusa la diga foranea e istituito un gironcino a senso unico per i pedoni anche tra piazza Cavour e i Giardini a lago (attraverso la cosiddetta passeggiata Zambrotta). Domenica pomeriggio viene invece pedonalizzato viale Geno. Dalle 14 alle 20 tutto il sedime stradale sarà per i pedoni in modo da evitare assembramenti. Non è esclusa, nei due giorni, la chiusura del parco di Villa Olmo, che verrà presidiato. In centro viene confermato il modello “piazza Volta” allargato, con presenza massiccia della forze dell’ordine anche in borghese e delle unità cinofile tra le vie della città murata. «Si tratta di uno sforzo notevole da parte di tutte le forze dell’ordine, compresa la nostra polizia locale e i volontari della Protezione civile – spiega il sindaco – Mi aspetto un aiuto anche dai comaschi e da chi verrà in città».
In parallelo, come spiegato dal sindaco e sottolineato nella nota della Prefettura, è prevista tolleranza zero verso i trasgressori. Controlli e multe per chi non avrà le mascherine e non rispetterà le distanze. Sanzioni anche per clienti e gestori di pubblici esercizi inadempienti.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.