Cronaca

“Young”, con la crisi tornano in voga gli antichi mestieri

altA Lariofiere fino a domani il salone dell’orientamento per i giovani

Piacerebbe a tutti, come cantava Bob Dylan, rimanere «Forever young». Soprattutto in questo periodo in cui trovare un lavoro è un problema sociale di proporzioni bibliche. L’edizione 2013 di Young, orienta il tuo futuro, in corso a Lariofiere di Erba fino a domani, si presenta nuovamente come uno stimolante appuntamento dedicato all’indirizzo formativo dei giovani.
Particolarmente curioso, all’ingresso, il colorato muro dove sono appesi i fogli con cui i ragazzi sono stati invitati

dagli organizzatori a “raccontare il loro futuro” attraverso la classica domanda «Cosa vuoi fare da grande?». Due i tipi di risposta. Da una parte coloro che ambiscono a una specifica professione, dall’altra chi desiderava solo arricchirsi, indipendentemente dal tipo di lavoro.
Intanto, il mondo del lavoro proprio ai più giovani sembra offrire sempre meno. Soprattutto quando nel periodo formativo si fanno, inconsapevolmente, scelte sbagliate. Però camminando tra gli stand di “Young 2013” ci si rende subito conto di quante siano le possibilità messe in campo oggi dalle scuole, in particolare da quelle professionali tornate con la crisi a essere nuovamente appetibili.
Antichi mestieri, per anni snobbati – pensiamo ad esempio al cuoco – sono nuovamente presi seriamente in considerazione dagli studenti come idea possibile per il futuro.
Moltissime quindi le zone del centro espositivo Lariofiere a Erba dedicate ai laboratori di giardinaggio, falegnameria, meccanica, estetica, cucina, con i ragazzi intenti a dare dimostrazione pratica ai visitatori di ciò che stanno imparando.
Ampi gli spazi riservati anche ai “mestieri in divisa” (esercito, guardia di finanza, aviazione, polizia di stato e carabinieri), che un tempo erano appannaggio solo dei maschi e invece oggi suscitano interesse anche tra le giovani donne.
Lo scopo di questa “tre giorni” erbese è di fatto informare, orientare e accompagnare i ragazzi nel delicato momento della scelta formativa e professionale, presentandosi come una piattaforma di scambio tra domanda e offerta in campo scolastico e lavorativo.
E in questo senso non potevano certo mancare argomenti legati agli sbocchi professionali legati alla filiera del turismo, certamente uno dei settori a cui fare riferimento per i prossimi anni in provincia di Como.
Non meno importanti, in queste giornate brianzole dedicate all’orientamento, i momenti dedicati agli incontri di sensibilizzazione come “Senza Fumo MeLaVivoBene”, promosso in collaborazione con il Centro Antifumo della Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori di Milano in più momenti, e l’approfondimento “Uso o abuso dei social network e di internet?” previsto domani alle 10, moderato da Nicola Pagani, ispettore capo della polizia postale e delle comunicazioni di Como.

Nella foto:
Uno stand di un centro estetico e, a destra, quello di un pasticcere
29 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto