Zannier, fotografie d’autore

Sabato 11 agosto dalle 17.30 a  Castello di Pielungo (PN) l’associazione culturale Antica Pieve D’Asio organizza la mostra “Italo Zannier Fotografo. Dall’architettura spontanea agli interni friulani” a cura di Roberto Maggiori. Si tratta della mostra omaggio a uno dei maggiori fotografi e studiosi di fotografia italiani, che ha molti estimatori e collezionisti anche sul Lario.

Saranno esposte per l’occasione dodici fotografie vintage e numerose immagini tratte dal suo libro del 1971, Una casa è una casa, testimonianza del Friuli pedemontano prima della distruzione causata dal terremoto del 1976. In occasione dell’evento l’editrice Quinlan presenterà una pubblicazione in prossima uscita dal titolo Italo Zannier Fotografo. Dall’architettura spontanea agli interni friulani. 

Quest’ultima sarà inserita in una cartella contenente quattro fotografie in bianco e nero di Italo Zannier, realizzate negli anni ’50 e ’60, stampate il mese scorso in una tiratura di 99 esemplari numerati e firmati.

Un contesto iconografico caro in particolare a un professore dell’Università dell’Insubria di Como, Flavio Santi, docente di Italiano presso il corso di Mediazione Culturale nel campus umanistico di Sant’Abbondio, tifoso dell’Udine e cultore di cose friulane, che ha di recente dedicato due romanzi thriller alla sua terra d’origine.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.