Zona gialla, musei e mostre lariani verso la riapertura

Como Museo Civico

Da anche oggi il Lario sarà in zona gialla e stando alle prescrizioni pubblicate sul sito del governo, «il servizio di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura (di cui all’articolo 101 del Codice dei beni culturali e del paesaggio) è assicurato, dal lunedì al venerdì, con esclusione dei giorni festivi, con modalità di fruizione contingentata e nel rispetto delle misure anti-Covid. Alle stesse condizioni sono aperte al pubblico anche le mostre».
Come ci si comporterà a Como? Oggi è in programma un incontro a Palazzo Cernezzi. «Avremo una riunione sul tema e su altri punti all’ordine del giorno – dice l’assessore alla Cultura di Como Livia Cioffi – Sicuramente apriremo secondo le disposizioni ministeriali per le zone gialle».
Anche Erba con il suo museo si sta muovendo come spiega il sindaco Veronica Airoldi: «La direttrice del museo di Erba, Clelia Orsenigo, si è già incontrata con l’assessore alla Cultura di Erba, Francesco Maria Giovanni Vanetti, per elaborare una strategia. Di sicuro c’è voglia e bisogno di tornare alla cultura in presenza, perché un anno di pandemia pesa non solo sulla salute fisica ma anche su quella psicologica. Penso in particolare alle scuole che potranno utilmente visitare il nostro museo in sicurezza, speriamo quanto prima. Lo sguardo è già all’estate, nella speranza di poter ospitare sia pure con gli opportuni accorgimenti di sicurezza spettacoli al teatro all’aperto Licinium, in Largo Martiri delle Foibe e al Parco Majnoni».
Guarda all’estate anche Isabella Girgi, assessore alla Cultura di Cantù. «Speriamo che la zona gialla si mantenga e che per l’estate si possano tenere spettacoli all’aperto, l’estate scorsa ne abbiamo avuti in programma 42 e ora ci siamo voluti muovere per tempo, il 15 febbraio scadrà il bando per “Cantù estate” aperto a chi voglia collaborare con noi per la programmazione di almeno 35 eventi».
A Como non risulta ci sia però nulla di analogo all’orizzonte: l’anno scorso il bando estivo fu bloccato dall’esplosione della pandemia e ora prudenzialmente si sta fermi sperando che non arrivi la temuta terza ondata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.