Zona rossa, da oggi si chiude: Pasqua “blindata” e negozi fermi

Emergenza Coronavirus Covid

Il cerchio si è chiuso. Dopo le nuove e più stringenti regole contenute nel decreto legge varato lo scorso venerdì, che ha introdotto alcune modifiche al Dpcm siglato lo scorso 2 marzo dal presidente Draghi, sabato mattina è arrivata la firma del ministro della Salute, Roberto Speranza, sulle nuove ordinanze che portano ufficialmente gran parte delle regioni italiane in zona rossa. E così da oggi, come noto, la Lombardia e buona parte dell’Italia si coloreranno del più scomodo dei colori: il rosso. A distanza di un anno dalla prima grande ondata epidemica, la situazione è infatti critica. E proprio questa settimana, come annunciato anche dai vertici di Ats Insubria, è atteso il picco dei contagi.
Tornando alle nuove limitazioni, va innanzitutto sottolineato che dureranno da oggi, lunedì 15 marzo, fino a martedì 6 aprile. Il decreto prevede, tra l’altro, che i governatori delle Regioni possano applicare le misure in vigore per la zona rossa anche nelle province in cui l’incidenza settimanale dei positivi sia superiore a 250 casi ogni 100mila abitanti e in cui la circolazione delle varianti determini un alto rischio di diffusione del contagio.
Per quanto riguarda le misure in vigore da oggi nelle zone rosse, come la Lombardia, gli spostamenti sono vietati anche all’interno del proprio comune di residenza; sono permessi soltanto per motivi di lavoro, salute e urgenza, da indicare nel modulo di autocertificazione.

In vista della Pasqua, tutta Italia, tranne le regioni bianche come la Sardegna, sarà blindata da sabato 3 a lunedì 5 aprile. In quei giorni sarà però consentito spostarsi – rimanendo però all’interno della propria regione – una sola volta al giorno per raggiungere una abitazione di parenti o amici, al massimo in due, accompagnati dai figli minori di 14 anni. In casa è consigliato portare la mascherina quando si ricevono persone non conviventi. Vietati i picnic e le classiche gite dei giorni di Pasqua e Pasquetta. Anche in zona rossa sarà possibile partecipare alla messa, recandosi nella chiesa vicino a casa. I ristoranti resteranno chiusi anche nelle festività pasquali, con la sola possibilità di asporto e consegne a domicilio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.