Ztl, primo giorno senza scossoni, poco lavoro per i vigili

alt

Scoperti i cartelli e via alla “rivoluzione”
Sopralluogo in mattinata del sindaco e dell’assessore alla Viabilità cittadina

Buona la prima? Sembrerebbe di sì, almeno a sentire i commenti degli ideatori della nuova Zona a traffico limitato (Ztl). Il sindaco di Como, Mario Lucini e l’assessore alla Mobilità, Daniela Gerosa, si sono dimostrati soddisfatti dopo aver fatto un sopralluogo, ieri in mattinata, nell’area più “calda” della città.
Piazza Roma, infatti, da alcuni mesi, è diventata terreno di scontro tra Palazzo Cernezzi e i commercianti del centro, preoccupati di veder crollare gli affari con la chiusura

ai non residenti della zona. Ieri mattina, dunque, l’esordio. I cartelli con le nuove limitazioni sono stati scoperti e i vigili si sono subito messi al lavoro per bloccare gli eventuali “furbetti” e per dare indicazioni a chi invece non era a conoscenza del provvedimento. Gli uomini della polizia locale hanno presidiato piazza Verdi per deviare le automobili sprovviste di pass lungo via Bertinelli e farle immettere in viale Lecco o per indirizzarle verso il posteggio Arena.
Alle 7, a presidiare l’area interdetta, c’era il neocomandante pro tempore dei vigili urbani di Como, Giovanni Fazio. «Mi sono fermato, assieme alla pattuglia, nelle primissime ore del mattino per controllare il flusso dei veicoli e per accertarmi che tutto si svolgesse con regolarità – ha detto il comandante – Non ci sono stati problemi. Alcune macchine sono state deviate. Ma non ci sono interventi particolari da segnalare». Verso le 8.30, anche il sindaco Mario Lucini è passato per informarsi su come stessero procedendo le operazioni.
In mattinata, infine, anche l’assessore Daniela Gerosa si è fatta viva. «Sono andata a controllare la situazione a più riprese – racconta l’assessore – Non si sono verificati episodi particolari. So soltanto che molta gente ha chiesto informazioni all’ufficio permessi e agli agenti della polizia locale. I vigili resteranno in piazza anche nei prossimi giorni proprio per aiutare i disinformati».
Rimane in ogni caso la protesta dei commercianti che oggi vivrà, con la serrata dei negozi, il suo momento più importante. «È una protesta legittima che rispetto e che va tenuta in considerazione – dice Gerosa – Al tempo stesso restano le motivazioni che ci hanno spinto a perseguire questa idea. Sono consapevole che la bontà del progetto si vedrà fra un po’ di tempo». Tornando ai dettagli tecnici va ricordato come nell’area di piazza Roma, nella prima fase – quella scattata ieri – il transito e le fermate dei bus ai Portici Plinio non verranno modificati. Successivamente, con l’installazione del semaforo in via Rodari, i mezzi pubblici saranno spostati e transiteranno in due sensi di marcia da piazza Roma, liberando i Portici Plinio. Sempre qui, in futuro, un’area servirà per il carico e scarico dei bus turistici.

F. Bar.

Nella foto:
I vigili urbani hanno presidiato per tutto il giorno piazza Verdi e piazza del Popolo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.