Ztl, vigili elettronici soltanto a settembre

altLa nuova zona a traffico limitato partirà entro Pasqua, ma controllerà la polizia locale
(f.bar.) Ztl, nuove tariffe per la sosta in città e posti gialli. Sono soltanto alcuni dei nodi relativi alla mobilità di Como che verranno presto sciolti. O forse sarebbe meglio dire sui quali si farà maggior chiarezza tra pochi giorni.
A tal proposito, esiste una data precisa. Il prossimo 22 gennaio, infatti, nella seduta di giunta già in programma, l’assessore alla Mobilità del Comune di Como, Daniela Gerosa, presenterà un documento definitivo, condiviso con le varie parti in causa

, contenente le linee guida di tutti questi argomenti scottanti. Sarà inoltre ufficializzato il cronoprogramma di attuazione dei provvedimenti.
Ieri mattina, intanto, si è svolta un’ulteriore riunione – durata diverse ore – e altre ne seguiranno da qui al prossimo 22 gennaio per limare gli ultimi dettagli.
Andando con ordine, innanzitutto bisogna parlare ancora un volta di zona a traffico limitato. «Entro fine gennaio partirà la Ztl in piazza Roma – spiega Daniela Gerosa – Subito dopo si lavorerà anche all’area di piazza Volta, dove dovranno essere individuati e realizzati sia i posti gialli necessari, sia quelli blu che, in parte, in questa zona verranno mantenuti». Il dubbio sull’effettiva applicazione delle restrizioni legate alla nuova Ztl (al via probabilmente entro la primavera) è dipeso finora dal fatto che le telecamere necessarie a controllare i varchi non potranno essere installate prima dell’estate. «Ma quella degli “occhi elettronici” non è l’unica modalità possibile per eseguire le verifiche – dice sempre l’assessore Gerosa – La Ztl diventerà realtà quando in piazza Roma verranno scoperti i cartelli che indicano le nuove disposizioni. Quindi, dopo il 22 gennaio, passerà sicuramente ancora poco tempo prima di poter dare il via al piano. Accadrà sicuramente prima di Pasqua».
«Sul fronte dei controlli – sottolinea la Gerosa – se le telecamere, come detto, potranno essere installate soltanto in estate, applicheremo altre modalità. Provvederemo a far eseguire i necessari controlli ai vigili», dice l’assessore.
«I cittadini non devono attendere di vedere le telecamere per seguire le nuove restrizioni. Tutto sarà operativo dal momento in cui i nuovi cartelli verranno scoperti. Da allora si accederà alla Ztl soltanto se autorizzati e se in possesso dei tagliandi obbligatori», aggiunge l’assessore alla Mobilità.
Resta sempre aperto, però, il fronte delle lamentele dei commercianti preoccupati per il calo degli affari soprattutto in relazione alla nuove strisce gialle a ridosso del centro (e segnatamente in piazza Roma).
«Daremo delle risposte, l’area è soltanto in attesa di riempirsi con ulteriori servizi. Penso, ad esempio, alle funzioni di carico e scarico delle merci, alla possibilità di far arrivare i bus turistici e, per i bar, di avere ampi spazi a disposizione dove sistemare i tavolini all’aperto».
Dal documento in preparazione per la riunione del 22 arriveranno risposte anche su altri temi. Si discuterà infatti anche di tariffe. Da diverso tempo è all’opera un gruppo di lavoro che sta ridefinendo appunto le somme che si dovranno pagare per parcheggiare in città. «Poi si affronterà anche il nuovo assetto di piazza Volta, con i posti gialli da creare, e anche degli eventuali stalli per le moto in via Pretorio. Insomma, del nuovo disegno viabilistico e urbanistico di Como», spiega la Gerosa.
Intanto, sempre ieri mattina, a Palazzo Cernezzi si è svolto il sorteggio per l’assegnazione dei 25 abbonamenti per la sosta agevolata dei residenti nei parcheggi blu della zona 4 (largo Radice-via Crispi). Presenti all’estrazione il sindaco Mario Lucini, l’assessore Gerosa e Marco Benzoni, direttore di Csu. Le domande pervenute alla scadenza del bando (il primo dicembre) sono state 76 «Con il bando parcheggi che si è appena chiuso siamo riusciti a soddisfare le domande presentate – ha spiegato ai cittadini presenti l’assessore alla Viabilità Daniela Gerosa – Per la zona 4 (l’unica per la quale si è reso necessario il sorteggio) avevamo ipotizzato possibili criticità ed è per questo che gli uffici valuteranno un progetto specifico per trovare una soluzione per tutti. Credo che nelle prossime settimane avremo qualche dettaglio in più».
In tema parcheggi, intanto, il consigliere comunale Marco Butti ha inoltrato all’assessore Gerosa la terza lettera di sollecito per mettere fine al degrado nel parcheggio della stazione di Como Borghi.

Nella foto:
Piazza Roma, che fino alla scorsa estate ospitava i posteggi blu a pagamento, è stata trasformata in zona a strisce gialle per residenti. Il provvedimento, però, è tuttora osteggiato dai commercianti della zona

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.