A Bellagio i paesaggi emotivi di Chiesa

Un dipinto di Gabriele Chiesa

Negli spazi caratteristici della “Torre delle Arti” di Bellagio in salita Plinio 21, fino al 1° maggio è in corso la personale di Gabriele Chiesa “Dipinti”, a ingresso libero. I suoi quadri a olio sono per lo più paesaggi – anche se l’artista non disdegna la natura morta – intrisi di emozionante lirismo. Le fonti di ispirazione sono molteplici, c’è anche qualche riferimento a Morandi, ma Chiesa dichiara tra i suoi modelli l’Ottocento lombardo e l’Ottocento inglese. Soprattutto per le atmosfere romantiche e sognanti, con tonalità autunnali e crepuscolari tradotte in paesaggi che evocano una natura in cui la presenza umana è armonicamente inserita senza mai essere dominante. Situazione ben lontana da quel che conosciamo nella realtà.
Erano molti anni, dal 2003. che Chiesa non esponeva a Bellagio; nel suo atelier ha centinaia di dipinti prodotti in un lungo periodo di meditazione e rielaborazione. Nella mostra aperta dalle 10.30 alle 17.30 e promossa dalla Associazione Torre delle Arti Bellagio (il sito è www.torredelleartibellagio.it) si può cogliere appieno la maestria di un artista che non ha mai abbandonato la passione per la pittura tradizionale, “da cavalletto”. Che può dare ancora molte soddisfazioni ai collezionisti, come possono confermare i due visitatori del “Salone del mobile” che sono venuti apposta da Milano per vedere la mostra in questi giorni e ora attendono che Chiesa spedisca al loro domicilio parigino i dipinti di cui si sono innamorati.
Nato a Milano nel 1942, Gabriele Chiesa ha frequentato la scuola di pittura del Castello Sforzesco di Milano negli anni Sessanta. Poi l’impegno lavorativo lo ha condotto a viaggiare in numerosi stati, dal Nord Africa all’Europa, dai Paesi dell’Est all’ Oriente. Dal 2004, in un creativo isolamento sul Lago di Como ha iniziato un viaggio verso le proprie radici pittoriche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.