«A tutti verrà garantito il diritto allo studio». Il ministro dell’Università Manfredi rassicura il mondo universitario

Como, Università dell'Insubria

Atenei lombardi e ministro dell’Università a colloquio. L’intenzione è chiara: puntare, garantendo ovviamente tutte le misure di sicurezza, alla ripresa delle lezioni in presenza a partire dal mese di settembre.


È questo il punto fondamentale emerso dall’incontro di questa mattina, alla Statale di Milano, tra il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, il ministro dell’Università Gaetano Manfredi, Remo Morzenti Pellegrini, rettore dell’Università degli studi di Bergamo e presidente della Conferenza dei rettori della Lombardia e le rappresentanze studentesche. «Lo slogan dell’incontro è stato chiaro e sintetico. Un “nessuno resta indietro” con il quale abbiamo voluto ribadire che verrà garantito a tutti il diritto allo studio – spiega il professor Remo Morzenti Pellegrini – Si sta facendo ogni passaggio necessario per riprendere da settembre in presenza, ovviamente con delle eccezioni laddove sarà necessario».

Chiaro il messaggio del ministro. «L’università è futuro, comunità, speranza. Abbiamo bisogno di mantenere un atteggiamento di grande responsabilità ma non possiamo consentirci di avere paura», ha detto Gaetano Manfredi. Tra le novità, i test di Medicina si potranno sostenere nella provincia di residenza anche se nelle università del territorio non è presente la facoltà di Medicina. «Il sistema universitario lombardo che per primo aveva chiuso lo scorso sabato 22 febbraio per emergenza Covid adesso con la stessa determinazione è pronto a ripartire», ha detto il presidente della Crui.
«La Lombardia sta lavorando con le altre Regioni e il Governo affinché non ci siano tagli ai trasferimenti e quindi sarà possibile garantire tutte le risorse messe finora a disposizione del sistema universitario», ha detto il presidente Fontana.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.