A Villa Erba il “compromesso storico”
Città, Cronaca, Economia, Politica, Territorio

A Villa Erba il “compromesso storico”

Il polo fieristico di Villa Erba a Cernobbio Il polo fieristico di Villa Erba a Cernobbio

Villa Erba: la giunta di centrodestra di Como conferma Fulvio Alvisi, l’esponente nel consiglio di amministrazione scelto dalla precedente giunta di segno opposto.

Notizia, questa, apparentemente molto tecnica, in realtà politicamente piuttosto rilevante: spesso, infatti, quando cambia il segno politico un’amministrazione comunale rinnova i propri esponenti all’interno delle società partecipate. È lo spoil system. Di certo, la posizione all’interno del consiglio di Villa Erba è piuttosto delicata: il polo fieristico ha perso oltre 260mila euro nell’ultimo esercizio, i soci stanno cercando un nuovo partner e le polemiche sul futuro e sulla gestione del complesso non mancano. Ebbene, la notizia emerge solo ora, ma già a novembre del 2017 il sindaco di Como, Mario Landriscina, ha rinnovato la fiducia a Fulvio Alvisi, esponente di Palazzo Cernezzi all’interno del cda di Villa Erba.

Alvisi, disegnatore tessile molto noto nel panorama economico comasco, era stato indicato dal precedente sindaco di Como, Mario Lucini, a maggio dell’anno scorso. A novembre, Landriscina ha incontrato Alvisi, dopodiché ha riconfermato la sua fiducia.  «Ho fatto così non solo con Villa Erba – spiega il sindaco – preferisco lasciare lavorare le persone, anche se nominate da amministratori di segno opposto, purché abbiano poi un orientamento condiviso da parte nostra».
Intanto nelle ultime ore si sta decidendo a chi andranno alcune poltrone importanti.
A Palazzo Cernezzi sono infatti scattate da tempo le operazioni per individuare il rappresentante del Comune di Como in Acsm-Agam.

I tempi sono stati dettati proprio dalla società, che dopo l’assemblea straordinaria dei giorni scorsi ha convocato le assemblee per l’approvazione del bilancio (20 giugno) e la nomina del nuovo cda (2 luglio) nell’iter del progetto di aggregazione. In base ai nuovi patti parasociali sottoscritti, il Comune di Como, che ha avuto il presidente uscente, Giovanni Orsenigo, può esprimere nel prossimo triennio uno dei due vicepresidenti. E proprio da una riunione che si è svolta ieri sera sarebbero già emersi i nomi del vicepresidente di Acsm-Agam in quota Forza Italia e anche dei presidenti di Comocalor e Acsm Agam Reti Gas Acqua.

23 maggio 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto