Abbonamenti illeciti a pay tv, 15 denunciati nel Torinese

Scoperto laboratorio per la diffusione illecita palinsesti tv

(ANSA) – TORINO, 12 MAR – Il decoder costava 50 euro, e con altri 350 ci si poteva abbonare sottobanco per un anno a qualsiasi canale pay tv senza alcun limite. Il business, nel Torinese, è stato scoperto dai carabinieri di Mathi, che hanno individuato e denunciato quindici persone. In tre (due coniugi romeni di 33 e 39 anni e un loro connazionale quarantenne) avevano attivato un laboratorio per la diffusione illecita di palinsesti televisivi delle maggiori piattaforme a pagamento, il cosiddetto Iptv (internet protocol television). Lavorando con server e computer venivano ricodificati i dati delle pay tv, quali Sky, Dazn e Mediaset Premium, e distribuiti via web mediante grazie alla sottoscrizione di un abbonamento illecito (in gergo chiamato "pezzotto"). I carabinieri, grazie all’analisi dei dati telematici e al ritrovamento di un vero e proprio registro contabile, sono risaliti anche ai clienti, che avendo acquistato i ‘pacchetti’ illegali sono stati denunciati per ricettazione. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.