Abusi su un paziente, Oss condannato a 5 anni e 6 mesi

All'ospedale Rizzoli di Bologna

(ANSA) – BOLOGNA, 18 MAG – Cinque anni e sei mesi di condanna per aver abusato sessualmente di un paziente settantenne, ricoverato all’ospedale Rizzoli di Bologna dopo un intervento chirurgico. E’ la sentenza pronunciata dal tribunale collegiale per un operatore socio sanitario di 45 anni, Fabio Tofani, con sospensione perpetua dai pubblici uffici. I fatti risalgono all’agosto 2017 e l’oss venne poi licenziato per giusta causa dall’Istituto Ortopedico Rizzoli, all’esito di un procedimento disciplinare. Il tribunale (presidente Fabio Cosentino) ha anche disposto il risarcimento dei danni da liquidarsi in sede civile allo Ior, costituito nel processo con l’avvocato Sabrina Di Giampietro. L’imputato, difeso dagli avvocati Luciano Bertoluzza e Chiara Ciliberti, era accusato di violenza sessuale con l’aggravante dei motivi abietti e dell’aver abusato delle condizioni di inferiorità della vittima al momento del fatto, quando fu costretta a subire abusi sessuali nella camera di degenza e dopo l’operazione chirurgica, per due volte, il 7 e l’8 agosto. Il paziente, che fece denuncia e descrisse l’operatore, non si è poi costituito nel processo. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.