Accuse di maltrattamenti, lesioni e stalking: la misura cautelare lo “raggiunge” in vacanza a Tropea

Questura di Como (viale Roosevelt), nuova targa e nuova insegna con la scritta “Polizia”. Polizia di Stato.

Colpito dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex compagna quando era in vacanza a Tropea, in Calabria. A raggiungerlo, sono stati gli uomini della squadra Mobile di Vibo Valentia, delegati dai colleghi della Mobile di Como che avevano svolto le indagini coordinate dalla Procura lariana. Nei guai, accusato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e stalking nei confronti della ex compagna, è finito un uomo residente a Como, italiano, di 54 anni. Polizia che ha suonato al campanello della struttura ricettiva in cui l’indagato stava trascorrendo le vacanze in compagnia dei figli ancora minorenni.

L’indagine era partita dalla denuncia da parte della donna, di venti anni più giovane del compagno. Gli atti persecutori nei suoi confronti sarebbero iniziati dopo la decisione di interrompere una relazione che proseguiva da 13 anni e che aveva portato anche alla nascita dei due figli. Secondo quanto raccolto dagli inquirenti, oltre alle vessazioni e alle lesioni, l’uomo sarebbe arrivato a installare di nascosto un Gps sull’auto della compagna per poterla seguire negli spostamenti, mettendo anche un registratore nell’ufficio per captare le conversazioni.

In una occasione inoltre la donna era stata spintonata e colpita in testa con un pugno, tanto da doversi recare al pronto soccorso per farsi medicare. In quella occasione la prognosi fu di 10 giorni. Fu proprio questo episodio a convincere la vittima a denunciare il compagno, che da quel momento in avanti continuò nei propri comportamenti molesti e minacciosi, con le forze di polizia chiamate più volta a intervenire anche nel corso della stessa giornata. Da qui la richiesta – accolta dal gip – della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex compagna. Atto che è stato notificato nel pomeriggio di mercoledì mentre l’uomo si trovava al mare, in un residence di Tropea, in compagnia dei figli minorenni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.