Acqua S.Bernardo Cantù, Pancotto: «Voglio continuità contro la Virtus Roma»

Cesare Pancotto

Coach Cesare Pancotto chiede continuità alla sua squadra. La Pallacanestro Cantù è reduce dalla bella vittoria di Cremona, importante per il morale, la classifica e, in prospettiva, la salvezza. Ma ora è necessario proseguire sulla stessa strada, a partire dal match di domani al PalaDesio contro la Virtus Roma, in una “classica” per il basket italiano.

«Vorrei partire da un’idea e da un concetto che ritengo fondamentali, ovvero che giochiamo ogni partita per lottare e conquistare la permanenza in serie A – ha spiegato ieri il tecnico dei brianzoli in conferenza stampa – Giochiamo sempre contro l’avversario di turno e non contro un calendario o contro una classifica».

«Dico questo – ha aggiunto – perché non ci saranno mai partite facili o difficili. Non giochiamo mai per blocchi di match: questo ragionamento non vale perché non esistono sfide semplici. Esistono opportunità, quelle sì».
«Detto questo, e dando seguito e quello fatto nel passato, la cosa più difficile è ripetersi – ha detto ancora Cesare Pancotto – Roma è stata in grado di vincere tre partite consecutive e questo aumenta sicuramente l’autostima di una squadra». Domani l’appuntamento a Desio: «Mi aspetto tutte le difficoltà del caso, vogliamo affrontarle e risolverle tutti insieme. Difesa e aggressività devono essere elementi fondamentali; passarsi il pallone e costruirsi il tiro saranno gli altri aspetti che cureremo per il match con la Virtus».

Il tecnico dell’Acqua S.Bernardo si sofferma sulle qualità dei giallorossi. «Roma dico che è una neopromossa di rango. È una formazione che tira molto bene, molto meglio di noi. La Virtus ha in quintetto due “califfi” come Jerome Dyson e Davon Jefferson, e un giocatore emergente come Amar Alibegovic. Completano lo schieramento iniziale Tomas Kyzlink e William Buford, che rendono il quintetto di assoluto valore per questo campionato. La squadra, che dispone di una panchina di grande sostanza, è allenata benissimo da coach Piero Bucchi».

A inizio della settimana il play canturino Wes Clark ha subito una forte contusione al ginocchio sinistro, che gli ha impedito di lavorare. Giovedì, nel corso di una seduta di allenamento che nel frattempo Clark è tornato a svolgere, il giocatore ha riportato – dopo un contrasto di gioco – un taglio a una palpebra che ha necessitato di alcuni punti di sutura. Per domani il giocatore rimane in forte dubbio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.