Acsm-Agam reti gas acqua ricorre al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar

alt Gara per il servizio
Nuova puntata della battaglia legale tra Acsm-Agam ed Enel Rete Gas. In una nota diffusa ieri, Acsm-Agam reti gas acqua spa «prende atto della sentenza del Tar Lombardia che ha accolto il ricorso incidentale di Enel Rete Gas spa, fondato su presunti vizi esclusivamente e meramente formali, in merito all’esito della gara per il servizio di distribuzione gas nei comuni di Como e di San Fermo della Battaglia».
La nota prosegue poi con una sottolineatura di merito. Acsm-Agam reti gas acqua spa

, infatti, «ritiene tuttavia tale pronuncia assolutamente non condivisibile sia perché errata in diritto sia, e soprattutto, per il fatto che il giudice amministrativo di primo grado non ha ritenuto di affrontare nessuno dei numerosi rilievi sostanziali evidenziati dalla stessa Acsm-Agam reti gas acqua, sia rispetto al contenuto dell’offerta formulata da Enel Rete Gas sia rispetto all’operato e alle valutazioni della commissione di gara».
Segue l’annuncio di una nuova azione legale: «Acsm-Agam reti gas acqua – conclude infatti la nota – forte del convincimento della correttezza della propria posizione giuridica, nell’interesse proprio e dei propri soci diretti e indiretti, provvederà, nei termini di legge, a presentare ricorso avanti al Consiglio di Stato con contestuale richiesta di pronunciamento di sospensione degli effetti della sentenza del Tar Lombardia».

Nella foto:
La targa che indica la sede di Acsm-Agam nel centro storico

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.