Addio alla poetessa Maria Gloria Grifoni

Maria Gloria Grifoni

Lutto nella cultura comasca. Se ne va una scrittrice sensibile, raffinata e colta, attenta a tradurre in parole lo spirito del tempo e un’età, la nostra, di conflitti irrisolti, dando spesso voce agli indifesi e agli ultimi, È morta ieri la poetessa e drammaturga Maria Gloria Grifoni, nata a Firenze nel 1943, che da tempo risiedeva in Brianza, a Cantù.

Aveva pubblicato tra l’altro le raccolte poetiche L’inchiostro dell’uomo (Cesati 1988, poesia), Forza di Gravità Verbale (Edizioni del Leone 1991, opera di teatro poetico), Dialoghi Assenti (Sapiens 1992, poesia), e poi Negli Enigmi (Pulcino Elefante 1992, poesia), seguito da Il Canto di Giuda (Amministrazione Provinciale di Como 1998, poesia). Il suo libro più recente è Nel suk della storia (Biblioteca dei Leoni, 2015). Suoi testi drammatici sono stati rappresentati da compagnie locali e nazionali. Un suo “madrigale dialogico” ispirato a Guernica di Picasso era stato interpretato da Michele Placido nel 2019 al Teatro Palladium di Roma.

Nel 2014 la poetessa aveva curato un omaggio nel centenario della nascita (Brno, 28 marzo 1914) al grande scrittore ceco Bohumil Hrabal, mettendo in scena un dialogo immaginario che lo vedeva protagonista insieme con un’altra voce altissima del Novecento, il pittore Francis Bacon. Con la presenza di tre dipinti del maestro a pochi passi dal palcoscenico. È un’occasione più unica che rara lo spettacolo teatrale “Francis Bacon e Bohumil Hrabal: un dialogo immaginario”, in cartellone al Teatro Comunale San Teodoro di via Corbetta 7 a Cantù con gli attori Lello Cassinotti e Gianni Coluzzi, voci e musiche di Andrea Reali e Fabio Martini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.