Affitto stadio, i tifosi chiedono un incontro al sindaco

Stadio Giuseppe Sinigaglia

Una lettera aperta per sostenere l’estensione della concessione a 6+6 anni

Continua a tenere banco, in attesa dell’imminente campionato di serie C, la questione dello stato dello stadio Sinigaglia. Il Como 1907 ha ottenuto il via libera per alcuni interventi, sui servizi igienici destinati al pubblico e sulle coperture. La nuova proprietà della squadra, con il suo amministratore, Michael Gandler, vorrebbe investire di più sul Sinigaglia. Chiede spazi per la vendita del merchandising e la possibilità di intervenire altrove. Gandler, vuole portare a Como il suo modello di vivere lo sport, in uno stadio dove si possa recare tutta la famiglia e avere altre esperienze oltre a quelle della partita. Mangiare, fare acquisti, incontrarsi. Un progetto a breve-medio termine che ha portato alla richiesta di un prolungamento del contratto di affitto dagli attuali 2 anni a un 6 anni più 6.

Alla fronte della richiesta del Como, l’assessore al Patrimonio, Francesco Pettignano, ha preso tempo. Ha chiesto alcune perizie sui locali scelti dalla società azzurra e sugli interventi necessari per renderli fruibili. Un “tira e molla” che non piace certo ai tifosi, ansiosi di rivedere il Sinigaglia trasformato in una “bomboniera” del calcio che conta.

Il gruppo di supporter “Pesi Massimi Como”, negli ultimi anni in prima linea con tante iniziative di solidarietà e con interventi concreti anche sullo stadio (la scritta Como sui gradoni dei distinti è opera loro), hanno pubblicato una lettera aperta al sindaco Mario Landriscina per chiedere un incontro, alla presenza anche dell’assessore Pettignano.

«Pensiamo che questa sia l’ultima possibilità per la città di Como di darle una immagine degna ed evitare il perpetuarsi di situazioni che tolgono lustro alla nostra amata città, quali lungolago e area Ticosa» concludono nella loro lettera i Pesi Massimi.

Sui social dei supporter, alla lettera viene associata anche l’immagine del popolare personaggio Tafazzi, impersonato da Giacomo del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, la cui caratteristica principale è il masochismo. Sulla foto anche gli hashtag #concessione e #sveglia. Il sindaco aveva già incontrato i tifosi lo scorso novembre. Non è detto che la lettera aperta dei Pesi Massimi si trasformi in lettera morta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.