Afghanistan: fuggita in Iran portabandiera Kamia Yousufi

Sprinter ha avuto questo onore a Rio e a Tokyo

(ANSA) – ROMA, 21 AGO – Kamia Yousufi, velocista 25enne che è stata portabandiera dell’Afghanistan nelle cerimonie di apertura delle Olimpiadi di Rio e Tokyo, è riuscita a fuggire da Kabul e ora si trova in Iran. La notizia è stata data da Aref Peyman, portavoce del comitato olimpico afgano, in un’intervista al NY Times. La Yousufi è nata in Iran (a Mashhad) nel 1996, anno in cui i suoi genitori si erano rifugiati in quel paese dopo la presa di potere da parte dei Talebani. La sprinter, con lo status di rifugiata, aveva cominciato a fare sport all’età di 13 anni, poi nel 2013 aveva usufruito della possibilità di andare nel paese di origine dei suoi genitori e tre anni dopo aveva rappresentato, unica donna a farlo, l’Afghanistan ai Giochi di Rio. A Tokyo 2020, dove aveva di di nuovo fatto da portabandiera, si era piazzata al settimo posto nella sua batteria dei 100 metri, correndo in 13"29 , nuovo primato nazionale. Ora, con i talebani di nuovo al pitere, è stata lei a fuggire, tornando in Iran (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.