Aggredito e preso a bastonate nel bosco

alt Gironico. I residenti riferiscono anche di aver udito spari
Alcuni residenti avrebbero riferito di aver udito degli spari (almeno due o tre) e di aver poi visto un uomo uscire dal bosco – noto come area di spaccio – con il volto ricoperto di sangue.
L’uomo è un marocchino poi finito al pronto soccorso, trasportato dal 118, scortato dai carabinieri della compagnia di Cantù.

Dall’esame effettuato in ospedale, tuttavia, non sarebbero emerse ferite da sparo bensì colpi di bastone, almeno due, con lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. C’è ancora molto da capire, comunque, attorno a quanto avvenuto ieri nel primo pomeriggio (intorno alle 13) a Gironico.  

La vittima, residente e conosciuta in paese, si sarebbe rifugiata in una proprietà privata per sfuggire alle botte di un uomo (forse più di uno) ora ricercato dai militari. Qui, ferito, sarebbe stato soccorso dai residenti nel tempo in cui a Gironico giungevano anche i carabinieri. Secondo i primi racconti fatti dall’uomo stesso, pare che all’origine del violento pestaggio possano esserci motivi legati a questioni sentimentali. Ma non viene esclusa, al momento, alcuna pista.

M. Pv.

Nella foto:
A Gironico sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Cantù

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.