Al Crocifisso l’ultimo commosso saluto a Luigi Fagetti

Luigi Fagetti funerale

Sono stati celebrati ieri nella chiesa del Crocifisso, a Como, i funerali di Luigi Fagetti, avvocato molto noto in città. Amici, colleghi, personalità: la basilica, pur nel rispetto dei limiti imposti dal Covid, era gremita di persone che lo hanno conosciuto e apprezzato. Fagetti è scomparso all’età di 87 anni: professionista stimato, era molto attivo anche nel mondo della cultura e dell’associazionismo. Era stato, ad esempio, presidente dell’Associazione ex alunni del Collegio Gallio: il funerale è stato infatti celebrato da padre Giovanni Benaglia, rettore dell’istituto cittadino.
Benaglia nell’omelia ha voluto proprio rievocare il legame che negli anni Fagetti ha mantenuto con il Gallio, che tornava spesso a visitare. Nella scuola comasca aveva suoi riferimenti – i padri Bernardo Vanossi, Marco Tentorio e Giovanni Battista Pigato – come è stato ricordato durante la messa.
Lo stesso Benaglia ha anche citato il libro di Fagetti “Finestre di città” (pubblicato nel 2014), da cui ha voluto trarre un messaggio dello scomparso avvocato: quello di una Como che non sa esprimere al massimo le sue potenzialità e che non sa valorizzarsi come invece meriterebbe.
Commosso il ricordo del figlio Stefano: «Ci portavi sulle spalle e ci indicavi la strada», ha detto.
Dopo la laurea all’Università Cattolica di Milano, Luigi Fagetti aveva iniziato a lavorare nello studio del senatore Lorenzo Spallino, diventando poi socio del figlio Antonio. Nel 1987 aveva aperto un studio, dove dal 1992 è entrato il figlio Stefano. Tra le sue molteplici attività, è stato anche opinionista di Espansione Tv, oltre che collaboratore saltuario dei quotidiani della città.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.