Al nuovo Sant’Anna è già tempo di rifare il pavimento

Cantiere fino a gennaio
Chiuse da ieri alcune camere per la posa del linoleum dove si erano create le bolle
Camere chiuse a rotazione da ieri a domani nell’area di degenza medica del Sant’Anna per i lavori di rimozione del pavimento in linoleum che presenta rigonfiamenti e irregolarità. Complessivamente, la superficie che deve essere sostituita è di 2.500 metri quadrati, il 5% del totale. Le spese sono interamente a carico della società che ha realizzato il nuovo presidio di San Fermo della Battaglia.
Già da ieri mattina, gli operai incaricati hanno avviato la rimozione del pavimento

al livello 1. Per evitare che il cantiere potesse creare disagi ai pazienti ricoverati o ai loro familiari, i vertici dell’azienda ospedaliera hanno deciso di chiudere le camere nell’area interessata dai lavori.
«Per ridurre il più possibile disagi quali rumore eccessivo o presenza di grosse quantità di polvere – confermano da via Ravona – è stato deciso di non utilizzare temporaneamente una o due stanze, fino a un massimo di 4 posti letto, a seconda del punto in cui i lavori vengono effettuati. L’intervento procede progressivamente. Le camere vengono lasciate vuote solo per il periodo necessario a permettere agli operai di completare in tutta sicurezza la rimozione del linoleum».
I vertici dell’azienda ospedaliera assicurano che non c’è stata alcuna riduzione delle attività. «Non c’è stata alcuna diminuzione del servizio – precisano da via Ravona – perché proprio per evitare problemi ai malati sono state previste altre stanze “cuscinetto” nelle quali sistemare i degenti in caso di necessità».
Salvo ritardi o intoppi, la rimozione del linoleum in tutta l’area della degenza medica dovrebbe essere completata entro domani sera. La posa definitiva dei pavimenti, invece, è stata programmata dal 12 al 14 dicembre prossimi.
Il settore della degenza medica al livello 1 non è l’unico nel quale la pavimentazione è da rifare. Complessivamente, infatti, l’intervento interesserà un’area di 2.500 metri quadrati su un totale di circa 51mila.
Una prima sostituzione era già stata effettuata l’estate scorsa nelle aree comuni e in alcuni corridoi dei reparti di degenza. Dopo l’area medica, il cantiere si sposterà dal 27 dicembre fino all’8 gennaio nei corridoi delle degenze di Chirurgia 1 e 2, al secondo piano.
Tutti i costi sono a carico della società concessionaria, perché si tratta di problemi emersi già nel periodo successivo alla chiusura dei lavori. L’anomalia è facilmente individuabile perché, nei punti in fase di sostituzione sono ben visibili “bolle” e irregolarità.

Anna Campaniello

Nella foto:
Parte del linoleum del nuovo ospedale Sant’Anna è da sostituire

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.