Al Palazzo del Broletto la mostra antologica di Roncoroni

Omaggio a 100 anni dalla nascita

Fino al 3 novembre, al Palazzo del Broletto, in piazza Duomo a Como, è allestita la personale “Luciano Roncoroni. Una vita per l’arte 1913-1993”. A cento anni dalla nascita e a venti dalla sua morte, la città rende omaggio al pittore comasco. Il percorso comprende quadri e disegni che coprono i sei decenni durante i quali si è svolta la sua attività. La mostra è aperta dal lunedì a venerdì dalle 15 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 19; ingresso libero per il pubblico. Maria Giulia Gueglio ricorda così il marito e pittore Luciano Roncoroni (1913-1993): «Amava dipingere a ogni ora del giorno, aveva una grande mente

fotografica. Osservava un volto, un paesaggio, un soggetto ed era in grado di riproporlo in breve sulla tela. Era definito dai critici d’arte “impressionista mnemonico”. Era ottimista e sapeva cogliere e valorizzare gli aspetti più semplici della vita». A cento anni dalla nascita e a venti anni dalla morte, la mostra celebra il pittore lariano, uscito dalle aule dell’Accademia di Brera, e che ha dedicato una vita all’arte. Roncoroni era un impressionista, i suoi quadri (a sinistra) sono un’esplosione di colori e di luce. La famiglia era il suo punto di riferimento, non solo nella vita reale ma anche il soggetto preferito nei suoi lavori. I suoi dipinti sono uno spaccato di vita quotidiana: la giovinezza, uomini che giocano a carte, un falò in piazza, la passeggiata lungo i giardini del nostro lago, un gruppo di pescatori e tante zone suggestive di Como. Il percorso della rassegna segue il criterio cronologico della realizzazione delle opere, con quadri e disegni che coprono i sei decenni durante i quali si è svolta la sua attività.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.