Al via il bando per l’emittenza radiotelevisiva locale

Il consigliere regionale del Pd, Angelo Orsenigo

Regione Lombardia aprirà a breve il bando per concedere un contributo di 500mila euro per le emittenti radiotelevisive locali che operano in Lombardia. «È un provvedimento estremamente positivo che deriva da una modifica legislativa votata da tutto il consiglio regionale, ossia da tutti i consiglieri, e non dalla sola maggioranza. Le risorse, però, non sono destinate alla carta stampata che ha svolto un importante servizio pubblico durante la pandemia. La Regione non può dimenticarsi di queste realtà che vanno sostenute con contributi adeguati», dichiara Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Partito Democratico. «È stata approvata una modifica di legge che prevede l’istituzione di un fondo regionale a favore della libertà di espressione nella nostra regione – continua il consigliere Orsenigo – E, appunto, non è merito di Palazzo Lombardia, ma è l’esecuzione di una decisione del consiglio regionale. Da inizio 2018 esisteva una legge per il sostegno dell’emittenza locale lombarda, ma non è mai stata applicata dalla giunta in modo utile: i 70mila euro che ogni anno potevano essere messi a disposizione delle emittenti sono sempre stati utilizzati per abbattere gli interessi di eventuali prestiti richiesti dalle stesse e i fondi sono sempre rimasti inutilizzati».

Da qui la modifica di legge con l’istituzione di un fondo per il pluralismo dell’informazione e lo stanziamento di un milione di euro. «I primi 500mila sono destinati alle emittenti radiotelevisive, il resto alle testate on-line con un apposito provvedimento che mi auguro la giunta approvi in tempi brevi. Non dimentichiamoci però che i quotidiani cartacei sono rimasti senza contributi regionali ad hoc, nonostante svolgano un prezioso ruolo per la comunità e risentono della flessione in investimenti pubblicitari. Regione Lombardia provveda a stanziare il prima possibile risorse adeguate anche per questa categoria di media locali».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.