Albavilla celebra Dante

Dante Alighieri nell'arte è il tema di uno degli incontri di Clio

In occasione dell’Anno dantesco, in cui ricorrono i settecento anni dalla morte del Sommo Poeta, il Comune di Albavilla e la Commissione della Biblioteca “Gaffuri” organizzano domenica 20 giugno alle ore 15 presso il parco di Villa Gavazzi, a Castelnuovo di Parravicino, l’evento culturale “Il Giardino di Dante – tra selve oscure e foreste divine”.

Attraverso la lettura commentata dei versi danteschi, in particolare del canto XIII Inferno e degli ultimi canti del Purgatorio, i visitatori saranno accompagnati alla scoperta delle conoscenze in ambito botanico che Dante dissemina all’interno del poema.

La lettura si svolge in forma itinerante e il percorso è studiato in modo tale che i passi declamati corrispondano all’atmosfera della “stazione” di lettura.

A condurre la visita dantesca sarà l’enigmatica figura femminile, simbolo della felicità umana prima del peccato originale, che appare a Dante nel Giardino del Paradiso Terrestre e che lo guida alla purificazione nel Lete prima dell’incontro con Beatrice e dell’ascesa alla Verità e al Paradiso: Matelda, a cui darà voce Elena Ornaghi.

La scelta del tema della botanica vuole approfondire un aspetto poco conosciuto della vita di Dante, che invece può portare ad una maggiore comprensione della complessità e straordinarietà del poema dantesco: Dante Alighieri era iscritto alla Corporazione dei Medici e degli Speziali, e i numerosi riferimenti al mondo delle piante e dei fiori fanno intravedere nella Divina Commedia un vero e proprio Erbario medievale, attestando una accurata conoscenza in materia da parte del Sommo Poeta, pur non essendo un medico o uno speziale e neppure un botanico. Sono state date diverse ragioni all’iscrizione di Dante alla Corporazione dei Medici: legami familiari, condivisione di interessi con alcuni iscritti, conoscenza della filosofia aristotelica, che in epoca medievale aveva punti di contatto con la medicina. 

La manifestazione, gratuita, è aperta ad una ottantina di persone munite di mascherina.

Per partecipare è necessaria la prenotazione ai seguenti numeri: 031.626140 oppure 334.9271730.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.