AlbinoLeffe, progressione da capoclassifica. Domenica la gara con il Como

Matteo Solini

Un ruolino di marcia da capolista. Non a caso gli ultimi cinque risultati sono stati gli stessi della Pro Vercelli, la compagine che ora guida la classifica del girone A.
L’AlbinoLeffe, prossimo avversario del Como, sarà un cliente decisamente scomodo per la formazione di Marco Banchini. La sfida sarà domenica allo stadio di Gorgonzola, lo stesso della Giana Erminio. L’AlbinoLeffe prima giocava a Bergamo, ma poi ha dovuto abbandonare l’impianto dopo che l’Atalanta ha iniziato i lavori di risistemazione.
In attesa della nuova struttura in costruzione a Zanica, l’appuntamento è sullo stesso campo dove gli azzurri sono stati superati a sorpresa dai padroni di casa della Giana per 2-1 lo scorso 25 ottobre. Una Giana che tra l’altro proprio ieri ha esonerato il vice di mister Cesare Albè, Andrea Ardito, personaggio ancora molto amato dalla tifoseria lariana per i suoi trascorsi nel Como.
Gli uomini di mister Marco Banchini dal canto loro giungono all’impegno di domenica prossima forti della vittoria per 1-0 nel recupero di mercoledì contro la Pro Patria. Dopo la pausa forzata per l’emergenza Covid la condizione non è ancora al meglio, ma sicuramente per il morale e le motivazioni, oltre che per la classifica, il successo è stato tonificante.
In graduatoria gli azzurri sono ora settimi, a quota 16 punti, con una lunghezza di vantaggio sui prossimi avversari. Ma l’AlbinoLeffe, al pari della Pro Vercelli, è come detto la formazione più in forma del girone A.
Negli ultimi tre turni gli orobici hanno sempre vinto: 1-0 contro la Pistoiese, 2-0 con l’Alessandria e 2-1 in trasferta lo scorso fine settimana con la Pro Patria.
Prima erano arrivati il pari esterno sul campo del Grosseto, formazione di alta classifica e l’affermazione interna con il Renate, ora secondo, una delle squadre più accreditate del campionato in corso.
Una crescita progressiva dopo una partenza non troppo buona, un avversario da prendere con le molle per i lariani, che cercheranno di mantenere la marcia ingranata dopo i tre punti giunti con la Pro Patria.
Una partita che andrà a precedere un nuovo turno infrasettimanale allo stadio Sinigaglia: mercoledì sarà infatti ospite l’Olbia, attualmente al terzultimo posto. Poi, la domenica successiva, nuovo appuntamento casalingo con il Piacenza, che precede un’ulteriore giornata di recupero, giovedì 3 dicembre, con la sfida esterna di Sesto San Giovanni contro la Pro Sesto.
Una curiosità, infine, che riguarda ancora l’AlbinoLeffe e un grande protagonista del calcio italiano e mondiale. La società bergamasca è relativamente giovane, visto che è nata nel 1998 dalla fusione di Albinese e Leffe.
In precedenza proprio il Leffe aveva incrociato il Como in serie C e nel maggio del 1994 si impose sui lariani per 4-1. Protagonista di quella partita fu un giovane attaccante in rampa di lancio, Filippo “Pippo” Inzaghi, che segnò una tripletta all’allora portiere azzurro Luca Mondini. L’anno dopo il passaggio al Verona e poi la carriera che portato Inzaghi a vincere, tra i tanti trofei, il Mondiale 2006 in Germania con l’Italia di Marcello Lippi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.