Alessandria promosso ai rigori, definita la nuova serie B

Como Alessandria

L’Alessandria è la ventesima e ultima formazione ammessa alla serie B 2021-2022. I piemontesi, che tornano fra i Cadetti dopo 46 anni, ieri nella finale dei playoff di Lega Pro hanno superato ai rigori il Padova per 5-4.
Quello che va a profilarsi è sicuramente un campionato di serie B con squadre di grande tradizione e con personaggi importanti. C’è già una compagine favorita, l’ambizioso Parma, che proprio ieri ha ufficializzato l’ingaggio del campione del mondo 2006 Gianluigi Buffon, tornato dopo vent’anni nella società che lo lanciò ad alti livelli. Oltre ai ducali, dalla serie A sono scesi il Crotone e il Benevento.
Quattro le lombarde nel torneo Cadetto 2021-2022: oltre al Como ci saranno il Brescia (allenato da un altro iridato 2006, Filippo Inzaghi), il Monza e la Cremonese. Derby sicuramente di tradizione per i ragazzi di mister Giacomo Gattuso.
Tra le altre “nobili”, che vantano trascorsi più o meno recenti in serie A, saranno al via la Spal, il Lecce, l’Ascoli, il Frosinone, il Pisa, il Chievo Verona, la Reggina Perugia e il Vicenza. Alcune di queste squadre, al pari dei lariani sono state “provinciali” molto temute – anche dalle grandi – negli anni ‘80 ai tempi della A: su tutte spiccano Ascoli, Pisa e Lecce.
C’è poi curiosità per vedere in B la Ternana, che in questa stagione ha dominato il girone C, un team che viene seriamente considerato per un “doppio salto”.
Altre interlocutrici dei lariani saranno formazioni salite in B dalla categorie inferiori in anni recenti e che con gli azzurri non hanno grandi precedenti, come il Cittadella e il Pordenone.
Una curiosità, infine, che riguarda lo scorso campionato di serie C. Ieri prima della partita fra Alessandria e Padova è stato premiato il miglior gol della stagione, un riconoscimento dedicato a Mario Facco, ex giocatore e poi commentatore di partite – specializzato proprio in quelle della Lega Pro – scomparso il 31 agosto del 2018.
Gli spettatori del programma “C Siamo” di Rai Sport hanno scelto una delle reti segnate dal lecchese Riccardo Capogna proprio nel derby contro il Como, il 4-0 dello stadio Ceppi-Rigamonti che all’epoca fece arrabbiare non poco i sostenitori azzurri.
Tutto dimenticato, poi, dopo la promozione in serie B. Un risultato ben più rilevante e importante rispetto a quello di un singolo match che da questa parte del lago è già stato archiviato.

Alessandria,
Ascoli,
Benevento,
Brescia,
Chievo Verona,
Cittadella,
Como,
Cremonese,
Crotone,
Frosinone,
Lecce,
Monza,
Parma,
Perugia,
Pisa,
Pordenone,
Perugia,
Spal,
Ternana,
Vicenza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.