Alla scoperta del museo Hesse di Montagnola

altOltre frontiera

Nella regione del Lago di Lugano esistono svariate possibilità di effettuare gite e passeggiate in famiglia per sentieri incantevoli. Uno di questi porta alla Collina d’Oro, comune nato dalla fusione di Agra, Gentilino e Montagnola. Uno dei luoghi da visitare è senz’altro il Museo Hermann Hesse a Montagnola (foto) frequentato da molti turisti e lettori entusiasti, con la loro brava copia di “Siddharta” in tasca (Adelphi edizioni). La struttura è dedicata dal 1997 all’opera dello scrittore

e sorge al centro dell’area in cui nella prima metà del Novecento si stabilì una comunità di intellettuali, che accanto al premio Nobel tedesco vide il filosofo Max Horkheimer, i pittori Gunter Böhmer, Hans Purrmann e molti altri. Da qui, in passato, emigrarono generazioni di artisti tra cui gli Adamini e i Camuzzi, attivi nel Quattrocento prima a Lugano, poi a San Pietroburgo e a Bergamo. A questi ultimi si deve la costruzione, a Montagnola, di Torre Camuzzi, attuale sede del “Museo Hermann Hesse” e della ottocentesca Casa Camuzzi. Oggi l’opportunità di visitare il museo è arricchita dalla lettura pubblica delle 16, dal titolo “Sogno flautato”. È una fiaba sull’essere poeta con Raffaella Müller e Morgan Powell, in italiano e tedesco. Info: 004191.993.37.70.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.