Cronaca

Allarme droga, sempre più consumatori tra i giovanissimi

alt

Il caso – Cresce soprattutto il consumo di hashish e stimolanti, ecstasy e anfetamine e il web purtroppo consente un facile accesso a tutte le sostanze
In 24 ore, tra venerdì e sabato scorsi, a Como, la Questura ha scoperto e denunciato due 18enni e un 16enne

(a.cam.) Cresce il consumo di droga tra i giovani e i giovanissimi. Negli ultimi due anni, a fronte di una riduzione dell’uso di stupefacenti nella popolazione adulta, l’Asl di Como ha registrato un aumento della diffusione nei ragazzi dai 15 ai 19 anni.
Tre su 10, in questa fascia di età, dichiarano di aver fatto uso almeno una volta di hashish. Nel Comasco, su 700 persone trovate in possesso di stupefacenti, circa 300 sono ragazzi, tra i quali una cinquantina under 18.
L’allarme

è tornato d’attualità per la preoccupante serie di denunce e arresti di ragazzi, in alcuni casi anche minorenni, fermati dalle forze dell’ordine e trovati in possesso di droga. In sole 24 ore, tra venerdì e sabato scorsi, a Como, la Questura ha scoperto e denunciato 3 giovani – due 18enni e un 16enne – uno dei quali scoperto con una potente droga sintetica nota come shaboo.
«A fronte di una riduzione generale dei consumi, la fascia di giovani e studenti è purtroppo in controtendenza – conferma Raffaela Olandese, direttore del dipartimento dipendenze dell’Asl di Como – Cresce soprattutto il consumo di hashish e sostanze stimolanti, ecstasy e anfetamine».
Tre numeri bastano a dare un quadro della situazione. «I dati più recenti svelano che il 29,5% degli studenti dichiara di aver fatto uso almeno una volta di hashish tra i 15 e i 19 anni – continua la dirigente dell’Asl – Nella stessa fascia, il 2,5% dichiara di aver assunto cocaina e il 3,6% sostanze stimolanti». Spesso, l’acquisto di sostanze avviene online.
«Il web purtroppo consente ai giovani un facile accesso a tutte le sostanze, anche a nuovi stupefacenti – dice Olandese – Tra le sostanze che hanno preso piede ci sono i cannabinoidi sintetici che si aggiungono all’hashish naturale e spesso sono anche più potenti».
Viaggiano in rete anche le smart drugs. «Si tratta di sostanze che, prese singolarmente, non sono psicoattive – dice la dirigente dell’Asl – Combinate, però, hanno effetti simili a quelli di altre sostanze stupefacenti. Internet poi offre anche la possibilità di acquistare direttamente sostanze vere e proprie».
La prevenzione resta un elemento fondamentale. «L’Asl, in collaborazione con le altre istituzioni, effettua numerosi interventi di sensibilizzazione e prevenzione – dice Raffaela Olandese – È fondamentale che i giovani crescano con un bagaglio di abilità, conoscenze e strumenti che permettano loro di saper controllare le emozioni e le difficoltà che chiunque può avere. Sono competenze che non si imparano da soli, ma grazie all’aiuto e al supporto degli adulti e educatori di riferimento, a partire da famiglia e scuola. È importante che gli adulti sappiano che i servizi di supporto ci sono e che in caso di necessità è bene consultarli».

Nella foto:
La polizia effettua numerosi controlli antidroga soprattutto cercando di scovare i consumatori di sostanze stupefacenti tra la popolazione più giovane
26 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto