Alle fiamme un capanno a Sorico. I carabinieri sospettano il dolo

Pompieri al lavoro
Incendio, quasi certamente doloso in una casa disabitata a Sorico, il località Masina. Le fiamme sono divampate attorno alle 23 di martedì all’interno di un capanno adibito a deposito degli attrezzi.
Per domare l’incendio sono intervenuti con diversi mezzi i vigili del fuoco dei distaccamenti di Dongo e Menaggio, che hanno lavorato fino all’una di notte per spegnere completamente il rogo. Allertati anche gli uomini del corpo forestale e i carabinieri della stazione di Gravedona.
Le fiamme non hanno danneggiato
 solo il capanno, ma anche un miniescavatore parcheggiato in cortile e una catasta di legna depositata in un sottoscala. Ancora da quantificare l’ammontare dei danni, mentre fortunatamente non si registrano feriti né intossicati. Dai primi accertamenti effettuati dai vigili del fuoco e dai carabinieri, sembra che l’incendio sia stato appiccato volontariamente. L’abitazione, disabitata da tempo, è di proprietà di un pensionato 67enne che non vive più nel comune altolariano. Sentito dai militari nelle ore successive al rogo, l’uomo avrebbe dichiarato di non aver mai ricevuto minacce o intimidazioni.
Le indagini sull’incendio sono affidate ai carabinieri della stazione di Gravedona e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Menaggio. La notizia del rogo è stata comunicata anche alla procura di Como, che ha aperto un fascicolo di inchiesta al momento contro ignoti.

Anna Campaniello

Nella foto:
Vigili del fuoco in azione martedì sera per sedare un incendio a Sorico

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.